Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Sarà una perizia medico-legale a stabilire eventuali negligenze da parte del professionista che lo scorso 28 aprile visitò una giovane paziente nel pronto soccorso dell’ospedale di Tricase

TRICASE - Arrivò nel cuore della notte nel pronto soccorso dell’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase, spaventata, perché vedeva le immagini al contrario, sentiva un formicolio al braccio e provava un forte mal di testa. Ma il medico che la visitò si sarebbe soffermato solo su quest’ultimo aspetto, consigliandole di assumere al bisogno un antidolorifico. Certo è che, il giorno dopo, la giovane paziente, una 21enne di Alessano, sarebbe riuscita a risalire alla vera origine di quel malessere, un ictus, ma nell’ospedale Sant’Agostino estense di Modena, dove si recò proprio a causa della persistenza dei sintomi.

L’episodio, avvenuto lo scorso 28 aprile, è finito al vaglio della magistratura: in seguito alla denuncia sporta dalla ragazza, il nome del medico è finito sul registro degli indagati nell’inchiesta finalizzata proprio ad accertare se opportuni  approfondimenti diagnostici (come una consulenza neurologica ed esami strumentali) avrebbero consentito di risalire all’insorgenza di quella lesione ischemica subacuta di due centimetri che avrebbe procurato alla malcapitata deficit lessicali e di apprendimento.

Per saperne di più bisognerà attendere l’udienza del 14 febbraio, quando saranno resi noti i risultati della perizia medico-legale disposta ieri in sede di incidente probatorio dal gip Michele Toriello, su richiesta del pubblico ministero Maria Consolata Moschettini. Starà al medico legale Alberto Tortorella e al neurochirurgo Antonio Montinaro accertare eventuali negligenze commesse da parte del collega. Agli accertamenti parteciperanno anche con i propri consulenti, l’indagato (difeso dagli avvocati Dario Paiano e Ivan Mangiullo) e la persona offesa (assistita dall’avvocato Simone Coppola).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Rapinatori irrompono in casa, un figlio reagisce: martellata sulla testa

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Concluso il trapianto sulla piccola Giorgia: è durato oltre dieci ore

  • Furto di energia, truffa e fuoco agli scarti di potatura: arresto e 14 denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento