Venerdì, 19 Luglio 2024
Sul posto Vigili del Fuoco e 118 / Collepasso

Immobilizzata in casa dopo una caduta, soccorsa in tempo dalla polizia locale

Provvidenziale l’azione sollecitata dalla comandante e da un’agente del comando dei vigili di Collepasso presso l’abitazione di una 89enne ritrovata sul pavimento ferita e dolorante. I parenti non riuscivano a contattarla da due giorni. Ora è in ospedale

COLLEPASSO - E’ rimasta immobilizzata, da almeno due giorni, sul pavimento di casa, in seguito ad una caduta, e non è riuscita più a rialzarsi e a chiedere aiuto. Dopo l’allarme lanciato dai parenti e da alcuni amministratori di Collepasso, e l’intervento sollecitato dalla polizia locale, si è potuto evitare il peggio. E si è consentito il trasporto della malcapitata presso l’ospedale di Scorrano per le cure del caso.

Si è rivelata provvidenziale l’azione congiunta portata a termine questa mattina dalla comandante della polizia locale di Collepasso, Maria Grazia Esposito, e dall’agente Donatella Rossetti, con l’ausilio di una squadra dei vigili del fuoco e dei sanitari del 118, in un’abitazione di via Vittorio Emanuele III, nel centro del paese. Soccorsa e salvata in tempo un’anziana di 89 anni di cui, già dalla mattina di sabato, non si avevano più notizie.

I parenti dopo aver invano cercato di contattare l’anziana congiunta telefonicamente si sono recati questa mattina presso l’abitazione della donna, ma nessuno ha aperto la porta. E anche i tentativi di forzare l’ingresso si sono rivelati vani in quanto la porta era chiusa dall’interno con un gancio di sicurezza. Ritenendo che la donna fosse comunque in casa e che le fosse accaduto qualcosa, i familiari hanno dato l’allarme e segnalato il fatto in Comune e presso il vicino comando della polizia locale.

La comandante Esposito ha quindi prontamente contattato il magistrato di turno e ottenuto l’autorizzazione ad entrare nell’abitazione della signora per procedere con il soccorso, chiedendo contestualmente l’intervento del 118 e dei vigili del fuoco e attivando la rete dei servizi sociali. Allertato anche il medico curante.

Una volta forzata la porta ed entrati nell’abitazione le due agenti della polizia locale e i soccorritori hanno in effetti trovato l’anziana riversa per terra e dolorante in quanto, scivolando o dopo un malore, si era seriamente ferita all’arto inferiore sinistro. E in quello stato è rimasta per quasi due giorni non avendo la forza per rialzarsi, ne tantomeno per chiedere aiuto a qualcuno. Immediato il trasporto della sfortunata 89enne in ospedale.

“Nel nostro lavoro capitano situazioni impegnative come queste” commenta la comandante Maria Grazia Esposito, “la polizia locale si dimostra sempre più la polizia di prossimità, quella più vicina alla comunità che tutti i giorni è lieta di servire. Noi siamo a disposizione dei cittadini e oggi sono particolarmente fiera del mio lavoro e del lavoro di squadra condotto assieme alla mia agente Donatella Rossetti e a tutta la rete che si è attivata fortunatamente perseguendo un lieto fine”.

La comandante Maria Grazia Esposito-2

“Molto spesso accadono eventi simili ad opera di tanti colleghi che operano sul nostro territorio” interviene il presidente dell’Associazione comandanti e ufficiali della polizia locale della provincia di Lecce, Donato Zacheo, “oggi la collega Esposito e l’agente Rossetti hanno dato lustro al corpo di polizia locale, che non solo è il primo baluardo di legalità e va ricordato oggi, a trent’anni dalla strage di Capaci, ma è soprattutto la polizia più vicina ai cittadini. Noi eroghiamo servizi importanti per la comunità tutta. Un plauso alle colleghe e un augurio di pronta guarigione alla signora”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immobilizzata in casa dopo una caduta, soccorsa in tempo dalla polizia locale
LeccePrima è in caricamento