Cronaca

Nuovo plesso del Fazzi: ipotesi di una transazione per evitare paralisi del cantiere

Da una parte le pretese del Consorzio Cooperative Costruzioni per 12 milioni di euro, dall'altra una possibile penale di circa 6 milioni a favore della Asl. Le due parti lavorano ad una transazione che farebbe slittare la consegna del cantiere al 30 novembre 2016

Il cantiere nei mesi scorsi.

LECCE – L’obiettivo del direttore generale è quello di accorciare il più possibile i tempi per un’opera pubblica strategica per il territorio salentino e di scongiurare una volta per tutte l’ipotesi che il contenzioso amministrativo paralizzi il cantiere.

Secondo l’associazione Salute Salento, Asl Lecce e Consorzio Cooperative Costruzioni, che si è aggiudicato l’appalto, stanno discutendo - e pare con profitto - di una transazione per sbloccare la costruzione del nuovo Fazzi il cui cantiere sorge proprio accanto all’attuale ospedale e del quale rappresenterà un ampliamento.

Il 7 agosto le due parti si sono confrontate sulle pretese che al momento le dividono e Giovanni Gorgoni, responsabile della Asl leccese, si starebbe orientando per la concessione di un anno di proroga rispetto alla data stabilita per la consegna dell’opera che quindi slitterebbe al 30 novembre 2016.

Il consorzio ha calcolato in 12 milioni i danni imputabili alla Asl che, a sua volta, per inadempienze contrattuali può rivendicare una penale di circa 6 milioni, pari al 10 per cento dell’importo dell’opera aggiudicata. Le parti, alla fine, potrebbero trovare un accordo sulla base di 3 milioni in favore di Ccc.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo plesso del Fazzi: ipotesi di una transazione per evitare paralisi del cantiere

LeccePrima è in caricamento