Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Piazzale Cuneo

Due indagati per la borsa piena di marijuana abbandonata in piazzale Cuneo

Gli agenti delle volanti di polizia sono sicuri dell'identità del giovane fuggito ieri, quando li ha visti arrivare, lasciando per terra un corposo carico di un chilo di droga. Nei guai è finito per favoreggiamento anche un 25enne che gli avrebbe prestato l'auto, ma che non ha fatto il suo nome

Foto di repertorio.

LECCE – Non è durata molto la fuga del giovane che ieri, dopo aver notato una volante di polizia, di passaggio in piazzale Cuneo, s’è dato a una fuga precipitosa, abbandonando uno zaino con dentro un carico di marijuana per un chilogrammo (e non un chilo e mezzo, com’era emerso in prima battuta). Pur riuscendo a scappare e lì per lì a far perdere le tracce, gli agenti di polizia lo avrebbero riconosciuto.

T.A., 36enne, tra l’altro è già noto alle forze per l’ordine per precedenti analoghi. Insomma, è un volto che a loro non sarebbe passato per niente inosservato. Ad ogni modo, per ora è scampato alle manette. E’ stato denunciato a piede libero insieme a un altro giovane, ritenuto suo complice. Su di loro saranno svolti ulteriori approfondimenti.

Il fatto è avvenuto intorno alle 17 di ieri. Gli agenti di pattuglia hanno notato un giovane piuttosto alto, che indossava una felpa fucsia e bianca. Questi ha intuito subito che avrebbe rischiato un controllo ed ha preferito abbandonare il carico, fuggendo. La borsa, nera, conteneva un chilo di marijuana.

Nel corso delle ricerche, proprio nelle immediate vicinanze del ritrovamento della droga, i poliziotti hanno notato una Fiat Punto bordeaux, lasciata aperta e con il finestrino lato guida abbassato. L’auto, secondo quanto verificato, sarebbe stata in quel momento in uso proprio al fuggitivo, ma intestata a M.V., 25enne leccese, pluripregiudicato e ai domiciliari proprio nel condominio dal quale T.A. sarebbe poco prima uscito.

Eseguito un controllo nell’abitazione del 25enne, per accertare che fosse in casa e, riscontrata la sua presenza, a suo carico è innanzitutto stato spiccato un verbale ai sensi del codice della strada, visto che il veicolo risultava non essere mai stato assicurato.

Non solo. Inizialmente il 25enne avrebbe sostenuto che la Punto non fosse sua, e tuttavia, messo alle strette, avrebbe dichiarato di aver solo fatto un favore a un amico di cui tuttavia non avrebbe fornito le generalità, rifiutandosi di rispondere ad altre domande. Da qui la denuncia a piede libero per favoreggiamento personale.

Le indagini sono proseguite con una visita in casa di T.A, il 36enne che, ne sono convinti gli agenti, aveva abbandonato la borsa piena di droga. Lì vi hanno trovato la sorella che ha assistito alla perquisizione, dalla quale non sarebbe emerso nulla di particolare. Tuttavia, la denuncia per il 36enne è comunque scattata: risponde di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due indagati per la borsa piena di marijuana abbandonata in piazzale Cuneo

LeccePrima è in caricamento