rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca Rudiae / Piazzale Rudiae

Furti di soldi e merce da bar e supermercato, due arresti in flagranza

I carabinieri, a Ugento, hanno bloccato un 39enne che stava tentando la fuga con oltre 700 euro da tre slot machine dello Snack Cafè. Poco dopo, a Lecce, la polizia ha fermato un 45enne che stava rubando bottiglie di grappa dal Conad City di piazzale Rudiae

LECCE – Se la sarebbe svignata con un gruzzolo niente male, circa 750 euro, se non fosse stato subito bloccato dai carabinieri della stazione di Ugento. Si stava già allontanando, quando è stato individuato in una via vicina al luogo nel quale era stato appena consumato il furto aggravato. Arrestato in flagranza, è così finito ai domiciliari. Si tratta di Emanuele Spennato, un 38enne di Torre San Giovanni, frazione ugentina.

Tutto è avvenuto a metà della mattinata di ieri, sabato 2 aprile. Stando a quanto constatato dai militari, Spennato, già noto alle forze dell’ordine, al momento senza un’attività lavorativa, si era recato nello Snack Cafè di via Alessandro Volta, bar annesso a un’area carburanti, un locale aperto piuttosto di recente. Qui, sarebbe riuscito a forzare le cassette di ben tre slot machine, per impossessarsi del denaro, ma facendo scattare l’allarme che ha messo subito in allerta il proprietario.

Spennato, nel frattempo, si era allontanato, ma i carabinieri sono comunque riusciti a scovarlo e a fermarlo, portandolo in caserma e da lì, formulate le accuse e sentito il pubblico ministero di turno, nella sua abitazione, dove dovrà rimanere fino alla convalida e alle successive decisioni del giudice.

Quello di Ugento non è stato l’unico caso di furto aggravato conclusosi, ieri, con un arresto. Perché un secondo episodio si è verificato nel pomeriggio a Lecce. E, in questo caso, a finire ai domiciliari, è stato Emanuele Mancino, 45enne di Monteroni di Lecce. Sebbene il valore della merce sottratta – in questo caso bottiglie di grappa – non fosse particolarmente ingente (attorno alla cinquantina di euro), l’arresto è scattato, laddove solitamente si procede con una denuncia a piede libero, in considerazione del fatto che Mancino fosse sorvegliato speciale con obbligo di dimora.

conad city-3

L’episodio si è verificato all’interno del supermercato Conad City di piazzale Rudiae, a Lecce. A chiamare la polizia, dopo averlo sorpreso e bloccato con l’aiuto del personale, è stata la responsabile del supermercato. Sembra che l’uomo intendesse allontanarsi con due bottiglie di grappa. Gli agenti sono arrivati sul posto con due volanti, hanno preso in consegna il monteronese e l’hanno condotto negli uffici della questura. E qui, è stato giudicato in arresto.

Avranno pesato, nel suo caso, non solo la già citata violazione degli obblighi, ma anche i precedenti specifici. Basti pensare che poco dopo il Natale del 2019, insieme a un altro soggetto, fu fermato dai carabinieri dopo aver rubato merce di vario genere (orologi, abbigliamento, cosmetici) in diversi negozi nella galleria del parco commerciale Conad di Cavallino. In quel caso, il bottino ammontò a circa 400 euro.     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti di soldi e merce da bar e supermercato, due arresti in flagranza

LeccePrima è in caricamento