rotate-mobile
Il 2 agosto / Salve

Lidi allestiti su spiaggia libera: tre sanzioni sul litorale di Salve

Dopo una riunione in prefettura, attivato un dispositivo di controllo che ha setacciato la costa tra Pescoluse e Posto Vecchio. Il sindaco aveva chiesto l'intervento dello Stato

SALVE – Dopo il grido d’allarme lanciato dal sindaco di Salve e lo svolgimento di una riunione tecnica in prefettura, è stato fatto nella mattinata di ieri un controllo straordinario del litorale tra Pescoluse e Posto Vecchio da parte degli agenti di polizia di Stato del commissariato di Taurisano e di polizia locale, carabinieri, guardia di finanza e capitaneria di porto.

L’obiettivo del dispositivo interforze era quello di verificare il rispetto delle regole, a partire da quelle che disciplinano l’utilizzo del demanio. Il primo cittadino del comune del Capo di Leuca aveva lamentato pubblicamente, con un post, quanto accaduto a seguito di alcuni controlli che aveva disposto sulla costa, flagellata dal fenomeno dei lidi che agiscono in carenza di autorizzazione, occupando di fatto porzioni di spiaggia libera. In alcuni casi poi, il posizionamento di strutture balneari danneggia anche le dune che sono un elemento paesaggistico importante e un presidio forte contro l’erosione costiera.

Il bilancio dei controlli è di tre sanzioni amministrative per occupazione abusiva di suolo demaniale, di cinque attività di noleggio controllate, di 20 turisti identificati per verificare la regolarità del loro soggiorno. Non sono state riscontrate violazioni presso gli stabilimenti in concessione oggetto di controlli amministrativi.

Quattro i sequestri effettuati: tre hanno interessato merce priva di etichettatura, per un totale di 257 articoli, un quarto ha riguardato merce contraffatta (pelletteria) e articoli da spiaggia (ombrelloni, sdraio).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lidi allestiti su spiaggia libera: tre sanzioni sul litorale di Salve

LeccePrima è in caricamento