Cronaca

Lupiae Servizi: legittimi i trasferimenti e nessuna condotta antisindacale

Nei giorni scorsi il giudice del Lavoro ha stabilito la legittimità dell’assegnazione a nuove mansioni a un dipendente della società

LECCE – Il giudice del Lavoro Maria Gustapane ha stabilito la legittimità dell’assegnazione a nuove mansioni a un dipendente della Lupiae Servizi, rigettando il ricorso contro il provvedimento della società e condannando il ricorrente al pagamento delle spese processuali. “Non prestiamo il fianco ad attacchi strumentali né agiamo da caporali”, il commento del presidente Tatiana Turi.

Secondo il Giudice, infatti, la società ha operato correttamente e non ha assegnato al lavoratore mansioni di categoria diversa o inferiore rispetto a quelle precedentemente svolte, "poiché – si legge nel dispositivo – il lavoratore viene mantenuto nello stesso livello di inquadramento”.

“Dispiace dover, per l’ennesima volta, respingere le accuse indirizzate al nostro operato, soltanto per mera speculazione elettorale. I lavoratori meritano certamente rispetto, tanto quanto ne merita l’osservanza delle regole, nell’interesse del bene comune e delle intese sindacali che mai, in alcun modo, sono state violate”, dichiara Tatiana Turi. 

“A Confintesa, che ci accusa di comportamenti antisindacali, facciamo notare che vi è anche una nuova ed ulteriore sentenza a favore della società che presiedo, a firma del giudice del Lavoro Amato Carbone, il quale afferma che non vi è stato alcun comportamento illegittimo in ordine alla revisione dell’orario di lavoro concordato e sottoscritto fra l’Azienda ed i lavoratori. Accordo, questo, tutt’altro che unilaterale, come invece affermato dai ricorrenti in giudizio”.

Turi, presidente della Lupiae Servizi, si dice molto soddisfatta per l’esito dei due ricorsi e ringrazia l’avvocato Andrea Oliva per l’ottimo lavoro svolto nella tutela legale dell’azienda che, oggi, registra, due nuove vittorie: indice inequivocabile di un’azione dirigenziale condotta con criterio, competenza e senso del dovere. “È nostra intenzione – conclude il presidente – riorganizzare l’Azienda rendendola funzionale ai bisogni dei cittadini. Per questo siamo stati chiamati: per prendere decisioni, allocare risorse e dirigere le attività di altri nel rispetto dei tempi e degli strumenti a disposizione”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lupiae Servizi: legittimi i trasferimenti e nessuna condotta antisindacale

LeccePrima è in caricamento