rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Pochi elementi chiari / Ugento

Peschereccio “fantasma”: scongiurata la presenza di materiale inquinante

Prosegue il monitoraggio dell’imbarcazione alla deriva delle acque di Torre San Giovanni di Ugento: in corso ulteriori approfondimenti

TORRE SAN GIOVANNI (Ugento) – Prosegue il monitoraggio del peschereccio di circa venti metri, privo di sigle indicative, alla deriva presso la località di Torre San Giovanni di Ugento: il personale della guardia Costiera si è recato in zona, nella mattinata, per ulteriori approfondimenti, con un mezzo navale arrivato da Gallipoli e una pattuglia terrestre, coordinata dal comandante dell'ufficio locale marittimo, Gianluca Spada.

Si studia come mettere in sicurezza l’imbarcazione da pesca, ed in particolar modo, l’eventuale presenza a bordo di combustibile, al fine di scongiurare potenziali inquinamenti. I militari, saliti a bordo, hanno ispezionato la barca, constatando l’assenza di persone a bordo e di materiale pericoloso per l’ambiente.

Sono pochi ancora gli elementi che lasciano presupporre che l’imbarcazione sia stata utilizzata come vettore per il trasporto di migranti: la presenza di una scritta in arabo sulla fiancata dell'unità e alcuni indumenti abbandonati. Al momento, non ci sono segnalazioni di persone scomparse.

Delle operazioni sono state informate costantemente sia la Prefettura che la Procura della Repubblica di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peschereccio “fantasma”: scongiurata la presenza di materiale inquinante

LeccePrima è in caricamento