Neonata morta durante il parto, imputate due ginecologhe e due ostetriche

Saranno due i processi sul decesso di una bambina avvenuto nell’ospedale di Tricase il 27 aprile del 2016. Omicidio colposo, l’accusa mossa a due ginecologhe e a due ostetriche

TRICASE - Sono finite al banco degli imputati con l’accusa di aver provocato la morte di una neonata a causa di un ritardo nell’intervento di taglio cesareo che fu eseguito nell’ospedale di Tricase il 27 aprile del 2016. Stiamo parlando della ginecologa S.A., 47 anni, di Tricase, e delle ostetriche M.A.P., 39 anni, di Tricase, e V.P., 34 anni, di Cutrofiano. Per loro il processo si aprirà il prossimo 16 ottobre col rito ordinario, davanti al giudice Francesca Mariano. Lo ha deciso oggi il gup Simona Panzera che, al termine dell’udienza preliminare, ha inoltre accolto la richiesta di un’altra ginecologa, P.B., 43enne, di Galugnano, coinvolta nello stesso procedimento, di essere giudicata in abbreviato, fissando la data del processo al 20 novembre.

Il reato contestato, in ogni caso, è di omicidio colposo, perché stando alle carte dell’inchiesta condotta dal pubblico ministero Stefania Mininni, i tracciati, già sospetti dalle 5.16 e alle 8.00, sarebbero stati inequivocabilmente patologici dalle 8 alle 8.20. Ma l’intervento fu eseguito un’ora dopo e la piccola spirò nelle ultime fasi del parto.

Questa l’accusa che le imputate avranno modo di respingere attraverso gli avvocati Luigi Covella, Stefano De Francesco, Biagio De Francesco e Alberto Russi.

In aula ci saranno i familiari della neonata come parte civile (con l’avvocato Francesco Nutricati) e l’ospedale di Tricase e l’Assicurazione Generali, nelle vesti di responsabili civili (con gli avvocati Roberto De Mitri Aymone e Andrea Pezzuto).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento