menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti seriali nelle auto, pena definitiva: sconterà oltre un anno e mezzo

E' un 54enne di Ugento che nel 2017 si è reso responsabile di episodi fra Gallipoli, Santa Maria di Leuca e marina di Pescoluse

UGENTO – Soldi, cellulari, carte Postepay e quant’altro. Era diventato il tormento degli automobilisti, compresi quelli provenienti da fuori per un soggiorno nel Salento. Appena trovava l’occasione giusta, allungava le mani nelle auto in sosta, magari dopo averne rotto i finestrini senza troppi complimenti, e via con il malloppo. Ma per Luigi Tommaso Pizzi, 54enne di Ugento, ora è giunto il momento di scontare la pena definitiva.

Pizzi, che era già ai domiciliari, ha ricevuto una visita dei carabinieri della stazione ugentina che gli hanno comunicato il nuovo arresto. Su di lui, infatti, pendeva un ordine di esecuzione di pene concorrenti emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura. Il reato, furto aggravato continuato.

PIZZI-2Il provvedimento scaturisce dalla sentenza, ormai definitiva, a suo carico, per episodi avvenuti a Gallipoli, Santa Maria di Leuca (Castrignano del Capo) e Pescoluse (Salve) l’anno scorso. Il 54enne sceglieva, dunque, soprattutto le località turistiche. E come ogni buon ladro seriale che si rispetti, è probabile che abbia agito molte altre volte, senza che però si riuscisse a raccogliere le prove definitive per incastrarlo.

Negli episodi in cui è provata la presenza della sua mano, infatti, i carabinieri di Castrignano del Capo (che a suo tempo hanno svolto le indagini) hanno usato anche preziosi filmati di videosorveglianza. Tant'è. Pizzi dovrà rimanere ai domiciliari per scontare una pena residua di un anno, sette mesi e  diciannove giorni di reclusione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento