Popolazione residente: il capoluogo torna sopra quota 95mila abitanti

Meno nascite, ma grazie al saldo migratorio il dato è positivo. La forbice tra matrimoni religiosi e civili si chiude sempre di più

LECCE – La popolazione residente a Lecce torna a superare dopo diversi anni quota 95mila: a febbraio di quest’anno risultano infatti iscritti all’anagrafe 95009 abitanti.

L’incremento è dovuto al saldo positivo (134) tra nuove iscrizioni e cancellazioni all'anagrafe, considerato nel primo bimestre, mentre il numero dei decessi, 223, supera ampiamente quello delle nascite, 109. Nel nuovo millennio, soltanto nel 2010 era stata superata quota 95 mila. Insomma, nonostante anche a Lecce si facciano molti meno figli che in passato, l'acquisizione della residenza in città da parte di cittadini nati altrove, in Italia e all'estero, consente alla popolazione di seguire nel trend crescente,

Ancora una volta gli open data del Comune di Lecce aiutano a tracciare un profilo dei mutamenti in corso anche dal punto di vista sociale che in buona sostanza ricalcano i trend a livello nazionale: statistiche interessanti sono quelle relative ai matrimoni, alle separazioni, alle unioni civili.

Nel giro di 20 anni i matrimoni religiosi celebrati nella città di Lecce sono passati dai 501 del 1997 ai 313 del 2016, mentre quelli con il rito civile sono aumentati da 84 a 134 nello stesso arco di tempo, con un picco di 145 nel 2008. Nei primi due mesi del 2017 il numero di matrimoni religiosi è stato di 12, uno in più di quelli civili ma i primi, tradizionalmente, registrano una frenata nei mesi invernali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda invece separazioni e divorzi, nel 2016 sono stati 57 i casi in entrambe le fattispecie e 5 gli annullamenti. Nel primo scorcio del 2017 sono state 17 le separazioni e 18 i divorzi. Nel medio periodo il trend è evidente: nel 2000, calcolate sulla popolazione residente, erano 376 gli uomini divorziati e 737 le donne, ma nel 2015 il dato era arrivato a 867 e 1550. Da registrare anche il dato delle unioni civili: 6 nel 2016 e 1 a gennaio del 2017. La prima è stata celebrata a settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento