Nel terreno agricolo recintato scarti d'ogni tipo. Il fondo scoperto in elicottero

I carabinieri di Modugno hanno scoperto il fondo per caso in località "Ingegna", agro di Nadò, durante una perlustrazione aerea, segnalandolo ai militari di Porto Cesaeo. L'area sottoposta a sequestro. Denunciata la proprietaria. Trovate fra gli uliveti persino parti di auto rottamate

PORTO CESAREO – Rifiuti accumulati in un terreno agricolo recintato, un’area di circa 3mila metri quadri. Quella che un tempo era una cava di gesso e ora un fondo privato, era stata trasformata in una sorta di ricettacolo di scarti d’ogni tipo: materiale di risulta proveniente da lavori edili, componenti in cemento, rifiuti urbani come cassette di plastica e truciolato, e persino parti di auto rottamate.

Avanzi recenti, ma anche altri che sono apparsi accatastati lì da molto più tempo, a giudicare dalla ruggine, quasi a testimonianza del fatto che ormai, scaricare all’ombra degli ulivi, era diventata una routine.

Il fondo è stato sottoposto a sequestro, com’era inevitabile che fosse. La proprietaria dell’area, di origini brindisine, è stata denunciata a piede libero dai carabinieri della stazione di Porto Cesareo. Le ipotesi di reato: discarica non autorizzata e smaltimento illecito di rifiuti.

foto 1-19-32La scoperta è stata piuttosto casuale. Difficilmente si sarebbe riusciti a trovare il sito, se non fosse stato per un elicottero dei carabinieri di Modugno. I militari stavano sorvolando la zona, quando nelle campagne in agro di Nardò (in realtà, a breve distanza da Porto Cesaro) hanno notato il materiale raccolto in grossa quantità. Il fondo scoperto durante la perlustrazione si trova in località “Ingegna”.

I militari in elicottero hanno avvisato i colleghi della compagnia di Campi Salentina, che hanno inviato la pattuglia di Porto Cesareo, che ha competenza territoriale sul luogo. Accertato che i sospetti erano fondati, hanno provveduto al sequestro. L’area, come detto, era pure recintata, e questo non giova certo alla proprietaria, sospettata di essere quantomeno a conoscenza del fatto che lì si scaricassero rifiuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento