rotate-mobile
Cronaca Salve

In mare involucri utilizzati dai narcotrafficanti, ma dentro soltanto terra e pietre

Ancora imballate, seppur bagnate dal mare e dall’umidità notturna, le confezioni sono state rinvenute in mattinata da un poliziotto libero dal servizio. Sono state lasciate da qualcuno sull’isolotto di Torre Pali

TORRE PALI (Salve) – Nota degli involucri sulla spiaggia, di quelli comunemente utilizzati dai narcotrafficanti per trasportare via mare quantitativi di droga. Ma all’interno, si scoprirà in un secondo momento, soltanto terra e pietre. Il ritrovamento è avvenuto nella mattinata di oggi a Torre Pali, la marina di Salve. Panetti imballati, ma privi di sostanza, lasciati sull'Isola della Fanciulla, un grosso scoglio a pochi metri dalla riva e raggiungibile a piedi.

 Un poliziotto libero dal servizio, che si trovava in spiaggia, ha notato quella decina di imballaggi sospetti e ha allertato i colleghi del commissariato di Otranto. Gli agenti hanno recuperato le confezioni, parzialmente bagnate dal mare e dall’umidità della notte, per poterle sottoporre a una verifica. Una volta aperte, i poliziotti idruntini e i colleghi del commissariato taurisanese hanno però rinvenuto all'interno soltanto sassi e terra. Polvere che, analizzata in laboratorio, nulla ha a che vedere con la sostanza stupefacente.

Qualcuno potrebbe dunque aver abbandonato quegli involucri per lanciare un messaggio. O, ancora, potrebbe aver truffato un acquirente nella compravendita di droga. Ma non è escluso che, banalmente, possa essersi trattato di uno scherzo. Sono solo alcune tra le numerose ipotesi investigative ora al vaglio della polizia. Di certo, al momento, c’è solo il fatto che si sia trattato di un falso allarme e non dell’ennesimo carico di stupefacente approdato sulle coste del Salento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In mare involucri utilizzati dai narcotrafficanti, ma dentro soltanto terra e pietre

LeccePrima è in caricamento