Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Villetta abusiva stava nascendo nell'oasi di protezione, scattano i sigilli

Gli agenti della forestale di Tricase hanno svolto un sopralluogo insieme con il personale della polizia municipale del Comune di Ruffano in località "Spirdo". Denuciato il proprietario. Il rustico in un'area ricadente in ambito territoriale esteso di valore distinguibile "B"

RUFFANO – L’immobile è ancora allo stato rustico, ma i lavori erano già piuttosto avanti quando sono scattati i controlli. E ora sono giocoforza fermi, perché sono scattati i sigilli. Ad apporli, gli agenti del comando stazione forestale di Tricase, che hanno svolto un sopralluogo insieme con il personale della polizia municipale del Comune di Ruffano.

Si tratta di una villetta, che sorge nelle campagne in località “Spirdo”. Da un controllo effettuato anche tramite ufficio tecnico, sarebbe infatti emerso che le opere in via di realizzazione sarebbero state prive di qualsiasi autorizzazione.

Di più: l’abitazione è in via di costruzione in un’area ricadente in ambito territoriale esteso di valore distinguibile “B”, sottoposto a vincolo idrogeologico e all’interno dell’oasi di Protezione ai sensi del Piano faunistico venatorio della Provincia di Lecce. Il proprietario, un 45enne di Ruffano, è stato denunciato alla Procura di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villetta abusiva stava nascendo nell'oasi di protezione, scattano i sigilli

LeccePrima è in caricamento