Cronaca Porto Cesareo

Un 14enne rischia di annegare: salvato da un ufficiale della guardia di finanza

È accaduto domenica scorsa, all’ora del tramonto, nello specchio d’acqua compreso tra Punta Prosciutto e San Pietro in Bevagna

PUNTA PROSCIUTTO/SAN PIETRO IN BEVAGNA – Salvato dall’annegamento da un ufficiale della guardia di finanza. Paura, all’ora del tramonto di domenica scorsa, nelle acque tra Punta Prosciutto e San Pietro in Bevagna, dove il litorale leccese incontra quello della provincia tarantina.

Un 14enne milanese, in vacanza nel Salento assieme alla sua famiglia, ha rischiato gravi conseguenze. Tutto è cominciato intorno alle 19,15: a quell'ora in tanti erano ancora in spiaggia, ma non in acqua. In mare solo il ragazzino che giocava con una palla e il maggiore Giuseppe Lorenzo, in servizio presso il comando provinciale delle fiamme gialle di Lecce. Quest’ultimo si trovava in compagnia del figlioletto quando ha notato il 14enne  allontanarsi, sospinto dalla forte corrente.

Temendo la minaccia di quelle raffiche di tramontana e la luce sempre più fioca, ha intimato al ragazzino di riavvicinarsi a riva. Di restare a vista. Più volte, però, l’adolescente si sarebbe spinto in punti in cui non riusciva più neppure ad appiedare per rincorrere il proprio pallone. Fino a quando il finanziere non ha perso di vista. Lo ha scorto e recuperato a quattro, cinque metri di distanza. Il 14enne aveva gli occhi chiusi e sembrava aver perso conoscenza. Qualche manovra di soccorso sul corpo, per far fuoriuscire l’acqua ingerita e l’adolescente si è ripreso. Tornati assieme a riva, sono accorsi i genitori e gli altri bagnanti per accertarsi che l’allarme fosse rientrato. Una storia a lieto fine che ha rischiato di trasformare un crepuscolo al mare in tragedia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un 14enne rischia di annegare: salvato da un ufficiale della guardia di finanza
LeccePrima è in caricamento