rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Cronaca Viale Gioacchino Rossini

Nuova scritta contro la redazione di TeleRama: giornalisti definiti “sciacalli”, indaga la Digos

Dopo gli episodi simili di fine ottobre, un altro messaggio rivolto ai redattori dell’emittente televisiva e ideato, presumibilmente, in ambienti anarchici. Indagini in corso

LECCE – Nuove scritte contro i redattori dell’emittente TeleRama. Il nome della testata, accostato al termine “sciacalli”, è stato infatti impresso nelle scorse ore sul muro perimetrale esterno del complesso che ospita il vecchio ospedale “Fazzi”, a Lecce.  Il messaggio, realizzato con dello spray di colore nero  e riportante il simbolo degli anarchici, è stato notato intorno alle 14 e subito segnalato alla sala operativa del 113.

Sul posto sono giunti gli agenti di polizia della sezione volanti, assieme ai colleghi della scientifica per i rilievi. Le indagini sono ora nelle mani del personale della Digos della questura leccese, confidando nel supporto che potrebbe giungere dalle videocamere di sorveglianza installate in zona.  Viale Rossini e l’intero tratto della circonvallazione ne è munito: gli inquirenti stanno dunque selezionando i fotogrammi utili.

Risale appena a fine ottobre l'altro episodio simile ai danni della emittente televisiva. Una scritta analoga, sempre a firma di individui presumibilmente vicini ad ambienti anarchici, ha tacciato di sciacallaggio TeleRama, realizzando il messaggio sul muro del Chiostro dei Domenicani. Fatto che è seguito ad altri casi simili anche nei giorni precedenti, sempre nel mese di ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova scritta contro la redazione di TeleRama: giornalisti definiti “sciacalli”, indaga la Digos

LeccePrima è in caricamento