menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il team di studenti del "Coastal and marine biology and ecology"

Il team di studenti del "Coastal and marine biology and ecology"

I ricercatori internazionali vanno al “Mare”: parte settimana di studi su biodiversità marina

Prenderà il via il prossimo 21 settembre un ciclo di ricerche e formazione sui fenomeni ambientali costieri e delle acque del Mediterraneo. Sotto il coordinamento dei docenti provenienti dagli atenei di Lecce, Padova, Milano e Palermo, e da università europee, gli iscritti potranno cimentarsi con lo studio pratico della Zoologia marina

TRICASE PORTO (Tricase)  -  Il corso di Biologia marina dell’ateneo salentino si fa sempre più internazionale. Per il nuovo anno accademico, infatti, nuovi studenti provenienti da Paesi extraeuropei come Serbia, India, Bangladesh e Tunisia, giungeranno nel capoluogo salentino per studiare i fenomeni del mare. Ma prima dell’avvio delle lezioni universitarie, c’è un altro importante appuntamento che richiamerà nel Tacco studiosi oltrefrontiera. Rhizostoma-2

A partire dal prossimo 21 e fino al 26 settembre, infatti, un team di massimo 20 studenti giungerà a Tricase Porto  per servirsi della strumentazione di “Avamposto Mare”, il laboratorio mediterraneo di ricerca e osservazione della biodiversità marina e costiera. Giunta alla terza edizione, la “Summer school di Zoologia marina internazionale”, offrirà ai giovani ricercatori la possibilità di cimentarsi con l’analisi di meduse, larve e dei fenomeni delle acque mediterranee, coinvolte negli ultimi decenni da repentini cambiamenti climatici. (Nella foto laterale, un'immagine della Rhizostoma pulmo).

Alla formazione internazionale,  a cura di prestigiosi nomi del mondo accademico, tra cui quelli provenienti dall’ateneo di Lecce, Padova,  Milano e Palermo e da università europee, potranno partecipare studenti e dottorandi specializzati nel ramo della Zoologia marina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento