Casalabate, sigilli a chiosco sulla spiaggia e duna sbancata: denunciato titolare

I militari della guardia costiera di Otranto hanno effettuato il sequestro delle strutture risultate prive di autorizzazione e permesso edilizio su un’area di oltre 120 metri quadri

Una parte della struttura sequestrata.

CASALABATE (Trepuzzi/Squinzano) - Per i militari della guardia costiera quella struttura balneare - il "Maracaibo" - realizzata sul litorale di Casalabate per il noleggio di ombrelloni e lettini, con annesso un chiosco bar, è priva di concessione, di autorizzazioni edilizie e del relativo permesso a costruire. In una parola, abusiva.

Non solo: dai controlli effettuati dal personale dell’ufficio marittimo di San Cataldo, coordinato dalla capitaneria di Otranto e Gallipoli, è risultato che l'installazione dei manufatti, per gran parte della superficie occupata, è  stata realizzata nelle zone di competenza della Regione e del Comune. Oltre all'aspetto dei titoli edilizi e concessori, c'è poi un risvolto ambientale: è stato verificato, infatti, anche lo sbancamento e il deturpamento del cordone dunale, censito e tutelato dai vincoli imposti dal Piano paesaggistico territoriale regionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In base a queste premesse, il titolare è stato denunciato mentre le strutture, estese su una superficia pari a circa 122 metri quadrati, sono state poste sotto sequestro preventivo nella giornata di sabato. Diversi i reati contestati: invasione di terreni pubblici, distruzione e deturpamento di bellezze naturali, realizzazione di nuove opere e di innovazioni non autorizzate entro la fascia di rispetto confinante con il pubblico demanio marittimo e inosservanza dei limiti della proprietà privata. Sono in corso ulteriori accertamenti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento