Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Violenza sessuale di una studentessa Erasmus, condannato un 21enne

E’ di un anno e 8 mesi, il verdetto emesso oggi nei riguardi di Lamine Gueye, originario del Senegal finito nei guai due anni fa per l’episodio nel centro di Lecce

LECCE - E’ stato condannato a un anno e 8 mesi di reclusione Lamine Gueye, il 21enne originario del Senegal ma domiciliato a Lecce, finito in carcere il 29 giugno di due anni fa, con l’accusa di aver tentato di violentare una studentessa universitaria svedese da qualche mese nel Salento per il programma Erasmus.

La sentenza è stata emessa oggi dai giudici della seconda sezione penale (Francesca Mariano, Domenico Greco e Maddalena Torelli), ai quali il pubblico ministero Maria Consolata Moschettini aveva chiesto una condanna a due anni e 4 mesi.

Il dispositivo contempla anche il risarcimento del danno di 10mila euro alla ragazza (parte civile al processo con l'avvocato Federica Conte) che, stando alle indagini, fu protagonista di una notte di terrore.

Tutto ebbe inizio in piazza Sant’Oronzo. Gueye, insieme al fratello, si avvicinò alla comitiva della malcapitata e, dopo aver atteso che questa, intorno alle 3.30, salutasse gli amici per rientrare a casa, da solo, l’avrebbe fermata in via Francesco Rubichi chiedendole ospitalità almeno per un paio d’ore, non avendo soldi. Nonostante il rifiuto, giunti in via Leonardo Prato, il 21enne avrebbe spinto la coetanea contro il muro, per poi baciarla e toccarla nelle zone intime. Non furono le urla di lei a bloccarlo ma il suo pianto.  

Lamine Gueye fu bloccato poco dopo nelle vicinanze, in via Fazzi, dagli agenti delle Volanti e dopo essere stato accompagnato in questura e riconosciuto dalla vittima, fu arrestato per violenza sessuale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale di una studentessa Erasmus, condannato un 21enne

LeccePrima è in caricamento