Terreno trasformato in discarica e raccolta oli esausti: tre denunce

I carabinieri di Melissano hanno deferito due uomini. I loro colleghi di Parabita un altro, cui è stato anche sequestrato il furgone

MELISSANO – Aveva dato il suo assenso affinché quel terreno agricolo diventasse di fatto una discarica abusiva, con lastre di eternit ma anche rifiuti di materiale plastico, ferroso e scarti di lavorazioni edili.

Così i carabinieri della stazione di Melissano hanno denunciato P.E., un 50enne nato in Romania e residente a Racale, e un 55enne, F.M, di Racale. Quest’ultimo, proprietario di un terreno situato nella zona industriale di Melissano, aveva più volte sollecitato il primo allo sversamento dei rifiuti. L’area, di circa 600 metri quadrati, è stata sottoposta a sequestro. A entrambi è contestato il reato di “raccolta e gestione illecita rifiuti e realizzazione discarica abusiva”.

I carabinieri della stazione di Parabita, invece, hanno denunciato T.C.D., residente a San Pietro in Lama, per aver effettuato con il proprio furgone la raccolta porta a porta di oli esausti senza avere le autorizzazioni previste. Il suo mezzo è stato sequestrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

  • Covid-19, chi rientra dalle zone colpite deve comunicarlo ai sanitari

Torna su
LeccePrima è in caricamento