rotate-mobile
Cronaca

Truffa e accesso abusivo al sistema informatico, un dipendente comunale al banco degli imputati

E’ entrato nel vivo il processo a un 63enne originario di Gallipoli, in servizio nel Comune di Lecce, accusato di aver inserito nella piattaforma presenze di lavoro a suo vantaggio, utilizzando la password del dirigente

LECCE - Avrebbe indicato falsamente nel sistema informatico Kronos web la propria presenza nei giorni di riposo e festivi e ore di recupero per le assenze effettuate nell’arco dell’orario settimanale, invece di utilizzare lo strumento marcatempo previsto per la sua sede lavorativa. Sono queste le accuse, accesso abusivo al sistema informatico e truffa aggravata, per le quali un dipendente del Comune di Lecce, S.C., 63enne originario di Gallipoli, è finito al banco degli imputati. 

Stando all’inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Massimiliano Carducci, dal 1° luglio del 2018 al 31 dicembre del 2019, l’impiegato, approfittando del ruolo che gli era stato affidato di  controllo giornaliero della effettiva presenza del personale del settore “Programmazione strategica, Europa e Cooperazione, Patrimonio”, avrebbe indicato ore a suo vantaggio. 

Per commettere il raggiro, si sarebbe introdotto nella piattaforma, utilizzando le credenziali dell’utenza del dirigente o comunque contro la volontà di quest’ultimo che proprio ieri - ascoltato come teste della Procura, unitamente ai testi indicati dagli avvocati difensori Davide Pastore e Mariangela Centonze – ha ribadito in aula di non aver mai lasciato questa “libertà” all’imputato.

Per la difesa, invece, non si trattò di truffa, poiché lo stratagemma era solo finalizzato a recuperare gli straordinari svolti nel weekend, con l’approvazione, seppur non formale, dello stesso responsabile, senza alcun ulteriore beneficio sullo stipendio. 

La prossima udienza si celebrerà il prossimo 12 ottobre e non è escluso che nella stessa giornata, dopo aver ascoltato le parti, il giudice della prima sezione penale del tribunale di Lecce Fabrizio Malagnino emetta la sentenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa e accesso abusivo al sistema informatico, un dipendente comunale al banco degli imputati

LeccePrima è in caricamento