Truffa con gli investimenti on-line: finisce a processo promotore finanziario

Santos fu arrestato cinque mesi fa con l’accusa di essersi appropriato dei risparmi di decine di famiglie per una cifra vicina a un milione e mezzo di euro

LECCE - Avrebbe truffato decine di clienti promettendo interessi dal 48 fino al 120 per cento sulle somme investite in banner pubblicitari online da rivendere o noleggiare ai principali siti mondiali e motori di ricerca internazionali. E ora quei clienti gli presenteranno il conto. Sono 36 le persone offese che oggi, durante l’udienza preliminare dinanzi al giudice Antonia Martalò, si sono costituite parti civili nel processo al promotore finanziario Fabiano Simoes Santos, 41enne di origini brasiliane residente a Lecce da diversi anni. A partire dal 28 novembre, attraverso l’avvocato difensore Pantaleo Cannoletta, Santos potrà respingere, davanti al giudice della prima sezione penale del Tribunale di Lecce Sergio Tosi, le accuse che il 7 febbraio scorso lo portarono in carcere.

Fu arrestato dai finanzieri del Nucleo di polizia economico e finanziaria del comando provinciale, guidati dal colonnello Nicola De Santis, nell’ambito dell’operazione “Advertising corp”, dal nome della società creata dal 41enne con sede in Belize e dotata di sito professionale. Stando alle indagini, coordinate dal pubblico ministero Donatina Buffelli, avviate in seguito ad alcune denunce, Santos avrebbe raggirato numerose famiglie leccesi appropriandosi dei loro risparmi per una cifra vicina a un milione e mezzo di euro. Avrebbe adescato alcune delle sue prede, invitandole a cena in ristoranti lussuosi, ma alcuni investitori avrebbero poi fiutato l’inganno rivolgendosi alla giustizia.

Le presunte vittime saranno in aula con gli avvocati Giuseppe Romano, Pierluigi Cornacchia, Stefano De Francesco, Alfredo Coluccia, Luca Schinzari, Tiziana Dell’Anna, Luigi Renna, Giuseppe Napoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento