rotate-mobile
Economia Centro / Via XXV Luglio

Lavoratori della Boni srl in prefettura, ma resta lo stato di agitazione

Si è tenuto nel pomeriggio, in via XXV Luglio, il tavolo alla presenza della prefetta leccese, dei 24 dipendenti con contratti in scadenza e delle sigle sindacali. Aperture da parte della Boni srl

LECCE – In assemblea permanente, hanno trascorso la notte presso lo scalo ferroviario di Surbo - dove sono soliti eseguire le pulizie dei convogli di Trenitalia - i lavoratori della Boni srl sono stati ricevuti in prefettura. Nel pomeriggio di oggi, come preannunciato al termine del sit-in di martedì pomeriggio, hanno infatti incontrato la prefetta di Lecce, Maria Rosa Trio, alla presenza dei delegati sindacali di Cgil, Cisl e Uil e dei vertici della società che effettua il servizio di pulizia per conto di Trenitalia.

Quest’ultima, anche oggi come l'altro pomeriggio, non era presente al tavolo. Nel passaggio di appalto ad altre due società, i dipendenti a tempo determinato temono per il proprio posto di lavoro, poiché esclusi dalla clausola di salvaguardia. I contratti scadranno alla mezzanotte di oggi, ma i rappresentanti della Boni srl avrebbero dimostrato apertura rispetto all’eventualità di una stabilizzazione last minute, per poter garantire maggiori tutele della platea dei 24 dipendenti in questa fase di passaggio.

L’azienda ha chiesto alcune ore di tempo per delle proprie valutazioni, ma avrebbe richiamato a un senso di responsabilità sociale verso il territorio. La speranza dei lavoratori è che quei contratti possano dunque trasformarsi nelle prossime ore. Ma resta, tuttavia, lo stato di agitazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori della Boni srl in prefettura, ma resta lo stato di agitazione

LeccePrima è in caricamento