rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Le parole dopo la rielezione / Otranto

Otranto nel segno della continuità: Pierpaolo Cariddi resta sindaco

L’ingegnere, già primo cittadino uscente, vince la sfida elettorale contro Luca Bruni e si riconferma alla carica: “Successo che è apprezzamento di un lavoro fatto”. Tre donne le prime elette

OTRANTO – La città dei Martiri sceglie la continuità amministrativa con l’affermazione di Pierpaolo Cariddi alle comunali 2022: un successo non certo scontato, nonostante i favori del pronostico, che conferma di fatto il percorso di “Otranto non si ferma”, la lista espressione del governo cittadino uscente.  

Un successo che, al netto della riduzione del numero dei votanti rispetto a cinque anni fa, ripropone un risultato speculare a quella della precedente tornata: 2112 voti per "Otranto non si ferma" contro i 1673 di "Otranto è di tutti" con uno scarto di 439 preferenze; nel 2017 i voti erano stati 2233 contro 1809 con uno scarto di 424 preferenze. In buona sostanza, i rimescolamenti non hanno portato dal punto di vista numerico alcun incremento né nell'una né l'altra compagine, consolidando di fatto il dato percentuale di partenza. 

“Sono contento di questa nuova elezione – dichiara soddisfatto Cariddi -, perché la prima volta è stato un voto sulla fiducia e il secondo è l’apprezzamento di un lavoro che è stato fatto in questi cinque anni. Non dimentichiamo che abbiamo dovuto lavorare in anni molto difficili, con la pandemia e altre situazioni accadute sul territorio”.

“Ciò nonostante – prosegue - abbiamo programmato tante attività e puntiamo a raggiungere nuovi risultati nei prossimi mesi e candidarci al Pnrr con progetti strategici che si aggiungono a quelli che già avevamo in campo”.

Questo, invece, il commento di Luca Bruni, il candidato di "Otranto è di tutti", pubblicato sui social: "Il risultato elettorale ha premiato la lista Otranto non si ferma con un distacco molto simile a quello di cinque anni fa. Giusto riconoscere il successo dei nostri avversari e augurare a Pierpaolo Cariddi e alla sua squadra buon lavoro. Da parte nostra, abbiamo dato l'anima per affermare un'altra idea di città. I cittadini hanno deciso diversamente. Pazienza. Vorrà dire che continueremo dai banchi dell'opposizione onorando il ruolo che ci è stato assegnato. Fino in fondo. E per quanto mi riguarda, aspetterò ancora un po' prima di 'tornare a dedicarmi al mio giardino'".

Sotto il profilo delle preferenze, ancora una volta si conferma campionessa di specialità Lavinia Puzzovio, motore trainante della lista “Otranto è di tutti”: è lei la più premiata con 542 voti. A seguire Cristina De Benedetto nella lista Cariddi con 381 e Mimina De Donno con 369.  

Molto verosimilmente sarà questa la composizione del prossimo consiglio con alcune new entry come Ursula Caroppo e Silvia Negro e il rientro nell’assise di Francesco Bruni: Pierpaolo Cariddi (sindaco), Cristina De Benendetto (381), Mimina De Donno (369), Lorenzo Bello (323), Panareo Stefano e Tommaso De Benedetto (300), Francesco Bruni (297), Ursula Caroppo (290), Gianfranco Stefàno (260); Opposizione: Luca Bruni (candidato sindaco lista); Lavinia Puzzovio (542 voti), Schito Sergio (295); Silvia Negro (232).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Otranto nel segno della continuità: Pierpaolo Cariddi resta sindaco

LeccePrima è in caricamento