Annullata convenzione per funzioni associate fra Tiggiano e Tricase

Accolti i ricorsi proposti da un dai consiglieri comunali di minoranza di Tricase, Vito Zocco e Nunzio Dell'Abate e dal comandate della polizia locale

LECCE - Il Tar di Lecce, con due distinte sentenze pubblicate nei giorni scorsi, ha accolto i ricorsi proposti dai consiglieri comunali di minoranza di Tricase, Vito Zocco e Nunzio Dell’Abate, difesi da quest’ultimo nella sua veste di avvocato, e quello avanzato in autonomia dal comandante della polizia locale di Tricase, Luigi Muci, difeso dall’avvocato Alessandra Musardo. Il Comune di Tricase era invece difeso dall’avvocato Ernesto Sticchi Damiani.

All’origine, c’era la proposta della minoranza, avanzata il 29 dicembe del 2014, di sospendere l’esame del procedimento di convenzione per l’esercizio associato delle funzioni fondamentali con il Comune di Tiggiano o, quantomeno di stralciare, dalla proposta di delibera, il corpo di polizia locale di Tricase.

I giudici amministrativi, dunque, hanno bocciato il procedimento seguito dall’amministrazione comunale per l’approvazione della convenzione, non avendo essa - fra l’altro - acquisito i pareri obbligatori della Commissione consiliare competente e del Collegio dei revisori dei conti. Il Comune dovrà pagare 10mila euro di spese legali per entrambi i procedimenti. Il Comune di Tricase è stato condanato oltre 10 mila euro di spese legali per sostenere i costi della difesa di tutte le parti in causa.

Le sentenze (numero 339 e 342) sono state emesse dalla seconda sezione del Tar di Lecce, presieduta da Eleonora di Santo. Nel caso specifico del comandante Muci, era insorto conto la delibar per la lesione che la convenzione arrecherebbe alle prerogative del corpo di polizia locale di Tricase.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ stata dunque annullata la deliberazione del Consiglio comunale numero 59 recante lo scioglimento dell’Unione “Talassa - Mare di Leuca” posto che “ai consiglieri non è stata data la possibilità di verificare la volontà del Comune di Castrignano del Capo, determinando così un vizio di istruttoria che determina un’inosservanza del deposito della documentazione necessaria per poter liberamente e consapevolmente deliberare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento