Lunedì, 2 Agosto 2021
Politica

Festa di Sant’Oronzo, in arrivo il divieto per i gruppi elettrogeni

L'assessore all'Ambiente preannuncia un'ordinanza che eviti quanto accaduto lo scorso anno: per problemi di allaccio alla rete, gli espositori ricorsero a motorini alimentati a benzina, con inquinamento ambientale e acustico

La statua di Sant'Oronzo.

LECCE – Tornata di ordinanze all’assessorato all’Ambiente del Comune di Lecce: dopo quella sul consumo di bevande in barattolo o bottiglie di vetro – che prossimamente sarà vietato dalle 20 alle 7 – è in fase di studio un provvedimento che bandirà i gruppi elettrogeni dalla festa patronale dei santi Oronzo, Giusto e Fortunato, patroni di Lecce.

Lo scorso anno, un problema di allaccio tardivo alla rete elettrica, che mandò su tutte le furie gli espositori protagonisti di una querelle con l’amministrazione, portò allo sdoganamento di motori e motorini che causarono inquinamento acustico ed ambientale nelle vie dove erano collocate le bancarelle. Memore di quanto accaduto l’estate scorsa, l’assessore Andrea Guido preannuncia quindi un’ordinanza davanti alla quale poco ci sarà da obiettare, salvo ricorsi.

A due mesi dalla festa, dunque, si deve valutare quale sia la strada percorribile: secondo l’esponente del governo cittadino, gli espositori, con la mediazione del Comune di Lecce, hanno tutto il tempo per predisporre il collegamento alla rete, in tutta sicurezza e regolarità: “Siamo già al lavoro – conclude l’assessore Guido – per trovare delle soluzioni adeguate e faremo tutto ciò che è in nostro potere per coadiuvare i commercianti nella predisposizione di allacci temporanei, magari collettivi, alla rete Enel. Nei prossimi giorni, sentiti gli altri settori comunali competenti, definiremo nello specifico come organizzare il nuovo sistema di alimentazione elettrica”. Il consumo di energia sarà a carico degli esercenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa di Sant’Oronzo, in arrivo il divieto per i gruppi elettrogeni

LeccePrima è in caricamento