Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Fiorella accetta la proposta: è il candidato di Lbc, Prc, Si, Mdp e Pci

L'ex magistrato ha sciolto la riserva quando alla presentazione delle liste mancano venti giorni. Sulla scheda elettorale saranno dunque cinque le opzioni

Fiorella in una foto del 2014.

LECCE - Per un candidato sindaco che esce di scena, un altro che si propone agli elettori leccesi. Se Luca Russo ha deciso di fare un passo indietro per convergere sulla candidatura di Saverio Congedo, Mario Fiorella ne fa uno avanti accogliendo l'invito di Lecce Bene Comune, Sinistra Italiana, Rifondazione Comunista, Partito Comunista Italiano e Mdp-Articoli Uno (non ci sono Potere al Popolo e il Partito Comunista di Marco Rizzo) che daranno vita alla lista "Sinistra Comune". 

Come anticipato da questa testata due giorni addietro, l'ex magistrato è stato a lungo corteggiato dall'associazione Lecce Bene Comune, al cui interno trovano posto alcuni rappresentanti dei partiti elencati sopra. Fiorella, che ad agosto compirà 79 anni, si è preso qualche giorno di tempo e oggi ha sciolto ufficialmente la riserva. Si vota il 26 maggio e alla scadenza per la presentazione delle liste mancano 20 giorni. 

Dopo aver attraversato una fase di interlocuzione per partecipare alla coalizione a sostegno di Carlo Salvemini, Lbc si è orientata, dopo il rifiuto ricevuto dal candidato sindaco, a presentare un proprio rappresentante sulla scheda elettorale. Lo stesso avvenne nel 2017, ma allora la separazione era chiara sin dall'inizio: il risultato di lista segnò un 1,65 per cento, lontano dalla soglia per l'accesso al consiglio comunale. A differenza della compagine di due addietro, si registra l'ingresso di Mdp-Articolo Uno che, soprattutto con l'ex vice presidente della Regione Puglia, Sandro Frisullo, ha espresso più volte considerazioni critiche nei confronti di Salvemini e della sua amministrazione.

Sono dunque cinque, al momento, i candidati in corsa: Fiorella si aggiunge all'elenco che include Salvemini per la coalizione progressista e civica, Congedo per il centrodestra, Adriana Poli Bortone per un cartello di civiche orientate a destra e Arturo Baglivo per il M5S.

Lecce Bene Comune: "Esempio per tutti noi"

L’associazione Lecce Bene Comune, sul proprio profilo, ha espresso tutta la sua soddisfazione per la decisione dell'ex magistrato: “Mario Fiorella sarà il candidato della sinistra leccese. Una persona di altissimo profilo, già presidente della Sezione Lavoro del Tribunale di Lecce, presidente vicario della Corte d’Appello, una lunga storia di impegno civile, una vita intera in difesa del territorio, dell’ambiente, dei beni comuni. Un galantuomo, un esempio per tutti noi. Siamo grati, felici ed orgogliosi di essere al suo fianco in questa campagna elettorale, che attraverseremo con quello spirito di solidarietà, equità e giustizia di cui vorremmo lasciare traccia in ogni angolo della nostra città”.

Lecce Città Pubblica: "La sinistra è nelle nostre storie"

Da Lecce Città Pubblica, che nel 2017 è risultata la lista più suffragata del campo progressista con l’8,5 per cento e che anche questa volta guida la compagine per Salvemini, arriva una precisazione:  “Le sigle partitiche, che, tutte insieme, nel 2017 raggiunsero l'1,5 percento, non sono titolari esclusivi della rappresentanza della sinistra cittadina. La sinistra è nelle storie, nelle biografie, nell’impegno e nei convincimenti dei tanti tra noi che si spendono quotidianamente per la comunità, e non solo in occasione delle elezioni amministrative, facendo politica per Lecce e non contro qualcuno. Siamo una sinistra che esprime una nuova classe dirigente e ambisce a migliorare Lecce, non una sinistra di testimonianza che ambisce a eleggere un consigliere comunale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorella accetta la proposta: è il candidato di Lbc, Prc, Si, Mdp e Pci

LeccePrima è in caricamento