Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

La maggioranza diserta il consiglio. Dall’opposizione piovono dure accuse

L’amministrazione comunale di Copertino non partecipa all’assise chiamata a discutere su debiti fuori bilancio, nonostante una lunga attesa. Alemanno: “Quali sono i veri motivi? Così si calpesta ogni principio democratico”

COPERTINO - “Non conosciamo i motivi che hanno portato la maggioranza a disertare il Consiglio Comunale, certo è che si dovevano discutere due argomenti importanti quali i debiti fuori bilancio relativi ai crediti vantati dalla Ditta Fanuli s.r.l. e le competenze dello studio legale Pellegrino, già portati in consiglio comunale il 28/12/2011 e ritirati solo su sollecitazione nostra (Alba Nuova e Copertino Meetup) e di qualche altro consigliere di opposizione, in quanto carenti, per stessa ammissione della maggioranza, della necessaria documentazione”.

Con queste parole, la consigliera comunale di opposizione, Laura Alemanno, interviene sul consiglio comunale disertato a Copertino dal gruppo di maggioranza: “Abbiamo atteso otto mesi – racconta - perché questi argomenti fossero portati nuovamente in consiglio, sono state convocate diverse conferenze di capigruppo, e si è chiesto al dirigente d'area, ingegnere Laricchia, di redigere una dettagliata relazione”.

“Nonostante il puntuale lavoro da questi svolto – prosegue -, tutti i consiglieri di maggioranza oggi non si sono presentati disertando la seduta facendo così mancare il numero legale”. Alemanno si chiede quali siano i “veri motivi” sottesi alla scelta non è dato sapere, visto che “sorge il dubbio che non si sia neanche voluta aprire la discussione per paura che qualche consigliere interno alla maggioranza non avrebbe votato i debiti fuori bilancio”: “Certo è – puntualizza - che ancora una volta i consiglieri di maggioranza hanno dato dimostrazione di agire in totale spregio dell'importanza del ruolo da loro ricoperto. Sempre che di ciò ne abbiano consapevolezza. E' vergognoso assistere a queste sceneggiate a cui probabilmente i politici navigati sono abituati. Noi non solo prendiamo le distanze da loro, ma soprattutto da tali comportamenti”.

“Mi chiedo – ribadisce Alemanno - se questi consiglieri hanno letto la relazione del dirigente, il quale ribadisce in più passaggi che ‘il riconoscimento dei debiti fuori bilancio è certamente doveroso’. Essere maggioranza vuol dire assumersi anche delle responsabilità, ed evitare di arrecare danno all'ente. Con il comportamento assunto, mi sento di dire che ogni componente della maggioranza guidata dal sindaco Rosafio, ha arrecato un grave danno all'ente comunale, in quanto da ciò ne potrebbe derivare la contestazione di un indebito arricchimento da parte dello stesso”.

A questo si aggiunge una personale considerazione della consigliera: “La Ditta Fanuli s.r.l – precisa - sarà ancora disposta ad accettare l'importo così come precedentemente concordato e ribassato? Perché se così non fosse, saranno state gravemente danneggiate le casse comunale nonché penalizzati i cittadini che dovranno ancora una volta affrontare le conseguenze di un irresponsabile modo di amministrare che da troppi anni caratterizza il modo di fare politica a Copertino. Come si può pensare di amministrare un paese come Copertino se di fronte alla prima decisione importante, dopo tre anni dall'insediamento, spariscono tutti senza metterci la faccia?”

Alemanno trova altresì “vergognoso” che l’amministrazione abbia preso l'abitudine di convocare consigli comunali una volta ogni quattro mesi, calpestando “ogni principio democratico”: “Il nostro paese – conclude - non ha bisogno di consiglieri che in un momento così delicato si sottraggono al proprio dovere istituzionale. Per il bene del paese sarebbe il caso che non si presentassero più a nessun consiglio comunale per restituire la giusta dignità alle istituzioni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La maggioranza diserta il consiglio. Dall’opposizione piovono dure accuse

LeccePrima è in caricamento