Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Per succedere a Perrone assessori in pole ma, nel centrodestra ci sono anche gli outsider

Da mesi trapelano senza nemmeno troppi ostacoli le ipotesi che portano ad Attilio Monosi e Gaetano Messuti. E bisogna tener conto anche del deputato Roberto Marti. Ma dai banchi della maggioranza alza la mano anche il consigliere Daniele Montinaro

LECCE – In vista delle elezioni amministrative del 2017, nel centrodestra sono in corso grandi manovre. Da mesi si parla degli assessori Attilio Monosi (Bilancio) e Gaetano Messuti (Lavori Pubblici) come di possibili candidati, così come del deputato Roberto Marti che, rispondendo ad una domanda di Lecceprima nel corso di una conferenza, non escluse la possibilità di essere della partita se il partito lo avesse chiamato a tale responsabilità. Poco importa se allora era il Pdl e oggi si chiama Conservatori e Riformisti.

Ma ci sono anche altri amministratori nella maggioranza che potrebbero dire la loro. Tra questi, Daniele Montinaro, consigliere comunale della lista Grande Lecce.

Consigliere, i nomi più gettonati, ad oggi, sono quelli di Monosi e Messuti: sarà quindi una gara tra assessori?

I nomi che si fanno sono quelli di amministratori che ben svolgono il loro ruolo e di persone degne della massima stima e amicizia, ma è evidente che appartengono ad una classe dirigente presente da molti anni sulla scena cittadina e ben consolidata con funzioni di primo piano. Credo che l'ottimo lavoro svolto fino ad oggi possa lasciare il passo a nuove figure che inevitabilmente avrebbero più stimoli.

Tra queste c’è anche la sua?

In città si sente forte l'esigenza di ricostruire un gruppo dirigente che rappresenti la società civile che probabilmente è stata piuttosto trascurata nell’ultima fase amminsitrativa. E' oramai da molto tempo che il mondo delle professioni, dell'associazionismo, tutto quello spaccato cittadino che non si è mai schierato apertamente ma che ha sempre sostenuto figure e scelte di tipo civico mi sollecita ad assumere ruoli politici di prima linea per rappresentarlo come merita.

Ma davanti a Roberto Marti non farebbe un passo indietro?

E’ ovvio che l'onorevole Marti ha sia l'esperienza che il carisma per ricostituire e riunire tutto il centrodestra in città. Essendo stato l'ispiratore della lista civica della quale io sono capogruppo, una sua candidatura avrebbe certamente il mio pieno sostegno, sempre e comunque tenendo presente quella fetta della nostra città che ha l'esigenza di essere meglio rappresentata.

Daniele Montinaro_002214-2 Disponibile a partecipare alle primarie?

Sono stato il primo amministratore di centrodestra a credere nelle primarie e ad apprezzare gli sforzi del centrosinistra nell'istituzionalizzare questo strumento. Questo in tempi non sospetti, apprezzandole sia come metodo di scelta del miglior candidato sia come luogo per il riavvicinamento degli elettori alla politica e per questo fui criticato. Sarei quindi assolutamente disponibile, previo un confronto con altre forze presenti in consiglio e con il mondo civico cui intendo dar voce.

Che giudizio dà delle amministrazioni guidate da Paolo Perrone?

Una valutazione molto positiva perché il sindaco Perrone è riuscito ad arginare da un punto di vista finanziario i problemi di bilancio derivanti da scelte azzardate e sbagliate fatte nel passato, ad esempio quelle relative al filobus o a via Brenta – che nel merito restano a mio parere del tutto inutili oltre che dannose per le tasche dei leccesi -. Senza quelle iniziative del sindaco oggi l'amministrazione sarebbe probabilmente in mano ad un commissario. Anche la crescita della città è un dato estremamente positivo ma non vi è alcun dubbio che ora ci sono temi molto importanti da affrontare al cospetto dei quali trovo il governo della città in questo momento inerte: penso alla gestione centro storico, alle periferie, al traffico. Così come ritengo che il sindaco ha abbia avuto il coraggio di fare scelte importanti nel primo mandato e anche all’inizio del secondo, allo stesso modo credo che in questo momento dovrebbe trovare le ragioni di farne di ancora più importanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per succedere a Perrone assessori in pole ma, nel centrodestra ci sono anche gli outsider

LeccePrima è in caricamento