Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Crisi Pd, Uccella: "Bisognava allearsi con Udc e anche con Poli Bortone"

Di area dalemiana, il dirigente storico di via Tasso dice la sua sulla sconfitta elettorale del centrosinistra: "Ostaggi dei custodi dell'ortodossia dell'Unione, rischiamo la marginalità politica ed elettorale"

 

LECCE - Secondo Umberto Uccella, storico dirigente dei Ds prima, del Pd poi,  la colpa più grave per il partito di Bersani è quella di aver capitolato, "o addirittura condiviso", l'opzione politica che voleva ai nastri di partenza delle elezioni amministrative, come poi effettivamente è stato, un centrosinistra costituito secondo lo schema classico, chiuso cioè ad ipotesi di alleanze con l'Udc, ma anche con Io Sud, il partito di Adriana Poli Bortone, autorevole esponente del centrodestra salentino e sindaco del capoluogo, per due mandati, prima di Paolo Perrone.
 
Rispetto alla senatrice, Uccella "confessa", che una santa alleanza fu ricercata anche prima delle provinciali che Loredana Capone perse con Antonio Gabellone, colui che per supponenza veniva definito il signor nessuno: "Non aver voluto percorrere questa strada - sostiene Uccella attualizzando la questione - ci ha condannati all’impotenza ed ha favorito, al di là di ogni contenuto politico e programmatico, la ricostruzione di un centrodestra ancor più forte e radicato di cinque anni fa".
 
"Il tema, per il Pd, era e resta quello della sua funzione. O è il perno di un’intesa tra riformisti e moderati in grado di vincere e di governare, oppure rischia la marginalità e l’irrilevanza elettorale e politica. Diciamola tutta. Alle elezioni, qui, è sceso in campo un centrosinistra a ranghi ridottissimi. Che, già ad occhio nudo, appariva asfittico, inesorabilmente minoritario. E, per giunta, minato da velleità di competizione interna. Mentre occorreva costruire un’intesa più larga che guardasse all’Udc e a tutto il terzo polo, compresa la senatrice Poli Bortone, i guardiani dell’ortodossia della vecchia unione marcavano quotidianamente il confine della coalizione -considerandola invalicabile- e ci imprigionavano in una logica minoritaria. Ed anche quando, definito lo schema del centrosinistra, chiedemmo che i partiti, a cominciare da Sel, mettessero in campo le loro liste con i loro simboli, anche per interpretare al meglio il sistema elettorale, ci si rispose che non era materia su cui potevamo intervenire. Il risultato è stato drammatico:  persino la foto di Vasto avrebbe fatto invidia. A Lecce, il Pd poco sopra il 10 per cento, l’Idv, sotto il 2, la sinistra radicale, tutta assieme, nemmeno al 5".
 
Sulla cocente sconfitta elettorale che ha determinato la quasi plebisicitaria riconferma di Paolo Perrone, nel partito di via Tasso si è aperta una lunga discussione. Il segretario cittadino, Fabrizio Marra, si è dimesso e, fino ad ora, è stato l'unico a rimettere l'incarico politico. Alcuni militanti hanno chiesto l'azzeramento dei vertici e un radicale rinnovo del gruppo dirigente. Antonio Rotundo si è scagliato soprattutto contro Sergio Blasi, segretario regionale, al quale più o meno tutti attribuiscono la paternità della candidatura di Loredana Capone. Oggi è la volta di Umberto Uccella, considerato un dalemiano di ferro. 
 
Secondo l'ex segretario provinciale del partito, un altro errore è stato quello di rinviare a dopo lo svolgimento delle primarie del 22 gennaio la scelta dell'eventuale allargamento della coalizione a centristi e "polisti". Resta da capire, ma questo Uccella non lo dice, quanto l'opzione di una coalizione ampia il più possibile - anche a coloro che del governo cittadino del centrodestra sono stati protagonisti in prima persona determinando scelte amministrative che il centrosinistra ha sempre osteggiato, dentro e fuori Palazzo Carafa - sarebbe stata avallata dall'elettorato di riferimento. A prima occhiata, considerando che la vittoria alle primarie del candidato ufficiale del Pd, Loredana Capone - che tutti sapevano essere la persona più adatta per un'interlocuzione con i soggetti politici esterni alla coalizione -, è stata piuttosto sofferta, sorge qualche dubbio.
 
 
 
 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Pd, Uccella: "Bisognava allearsi con Udc e anche con Poli Bortone"

LeccePrima è in caricamento