rotate-mobile
Calcio

Batosta per il Matino a Molfetta: tanti errori e 5-0 al "Poli"

Sconfitta senza attenuanti per il collettivo di mister Antonio Toma che non dà seguito al successo contro il Sorrento ottenuto in settimana

MATINO – Amara batosta per la Virtus Matino di mister Antonio Toma, caduta nella giornata di ieri al “Poli” di Molfetta per 5-0. Oltre a un avversario in ottima forma e che si conferma alla portata delle grandi del girone, gli errori individuali nel collettivo salentino hanno influito non poco sul risultato finale. In gol per i padroni di casa Genchi, autore di una doppietta, Gjonaj, Lobjanidze e Kordic. Agli ospiti nulla servono le sfuriate del solo Monopoli. Il Matino, che era pure reduce dalla vittoria sul Sorrento, si è confermato poco solido in difesa, incrociando in questa occasione una delle formazioni più attive sul fronte offensivo dell’intero girone. Biancazzurri che restano quindi in ultima posizione con 12 punti, con la griglia play out che ora dista otto lunghezze.

Pronti via e il Molfetta va a segno: spizzata sul primo palo sugli sviluppi di un corner, sul lato opposto c’è Lobjanidze che di testa trafigge Leuci siglando l’1-0. Il Molfetta sulle ali dell’entusiasmo non concede nulla agli ospiti e al 17’ Guadalupi da fuori, con un tocco sotto, bacia la parte superiore della traversa. Al 25’ Gjonaj da destra crossa per Genchi che di testa va vicino al raddoppio. L'ex Taranto si rende nuovamente pericoloso poco dopo su uno svarione difensivo del Matino: controllo e calcio dai trentacinque metri con Leuci fuori dai pali costretto a rifugiarsi in angolo. Al 30’ il portiere del Matino compie un vero e proprio miracolo sul colpo di testa a botta sicura di Panebianco e sul ribaltamento di fronte si fa vedere per la prima volta il Matino: Monopoli da fuori ci prova, con l'estremo avversario che devia lateralmente.

Al 40’, però, un effettivo dei salentini perde palla al ridosso dell’area di rigore, Gjonaj recupera e serve Genchi che incrocia e sigla il 2-0. La reazione ospite è immediata e un minuto più tardi Monopoli calcia a porta sguarnita, provvidenziale Fedel che si immola sulla traiettoria negando il gol ai salentini. Sul capovolgimento di fronte arriva il tris molfettese: Gjonaj calcia da posizione defilata, respinta di Leuci che arriva sulla testa di Genchi lasciato solo sul secondo palo: facile il tocco verso la porta per il 3-0.

Nella ripresa il Matino prova a farsi vedere nella metà campo avversaria, con il solito Monopoli a condurre le uniche iniziative dei biancazzurri prima con un tiro da fuori che termina di poco al lato, poi con un rasoterra facile presa di Viola. I padroni di casa al 60’ trovano il poker: punizione dai venticinque metri trasformata da Gjonaj con la complicità di Leuci, questa volta non perfetto nell’intervento. Al 68’ arriva addirittura il quinto gol del Molfetta, con Kordic che servito in area controlla e di tacco infila la sfera alle spalle dell’estremo ospite. I padroni di casa amministrano fino al triplice fischio, senza infierire oltre sugli ospiti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Batosta per il Matino a Molfetta: tanti errori e 5-0 al "Poli"

LeccePrima è in caricamento