rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Calcio

Il Matino riparte da Branà: Casarano ospite del Cerignola

Al via la ventitreesima giornata di Serie D girone H, con il Nardò che torna a giocare in casa contro il Gravina: il Matino ospita il Nola a Ugento

LECCE – Al via un nuovo weekend di Serie D, con il girone H che finalmente potrà contare sull’impiego di tutte le squadre. Scongiurati i focolai e passati i periodi più bui della stagione, per il momento, sarà finalmente tempo di rivedere in campo contemporaneamente Nardò, Casarano e Virtus Matino. Biancazzurri e granata saranno impegnati tra le mura amiche rispettivamente contro Nola e Gravina, rossazzurri ospiti della capolista Cerignola.

Il Nardò torna tra le mura di casa a fare calcio

Eccezion fatta per la dura sconfitta contro il Molfetta al “Poli” per 5-0 dello scorso 23 gennaio, la banda di mister Pasquale De Candia non trova il terreno di gioco dal mese di dicembre. A complicare la situazione nell’ambiente granata un focolaio covid, che aveva oltretutto già complicato la sfida contro i biancorossi costringendo il tecnico a lanciare in campo una formazione di seconda mano. Dopo quasi tre mesi il Nardò torna dunque al “Giovanni II” di fronte ai propri sostenitori, forte di alcune nuove pedine che hanno rafforzato il pacchetto under: il difensore 2003 Gabriele My dal Rotonda, il centrocampista classe 1997 Francesco de Feo dal Levico Terme e infine Francesco Rollo, portiere 2000 prelevato dal Molfetta. Il secondo avversario del 2022 neretino sarà il Gravina, formazione che lo scorso anno centrò la salvezza grazie a De Candia, e che quest’anno ha sorpreso i tanti centrando una serie di risultati positivi che lo vedono protagonista in quinta posizione con 39 punti. Per i falchetti murgiani periodo più che positivo, condito da tre risultati utili – pareggio contro il Casarano e vittorie nei derby con Altamura e Bisceglie.

Casarano al cospetto della capolista

All’andata furono i rossazzurri di Matias Calabuig a imporsi a sorpresa: era un periodo differente in cui i salentini, inoltre, avevano dato dimostrazione di poter fare le cose in grande. Queste aspettative non hanno però vissuto un seguito, e così a diversi mesi di distanza da quella prestigiosa vittoria il Casarano si ritrova immischiato nella griglia play out con 21 punti, mentre gli ofantini presidiano la vetta a quota 48 punti. Grazie al mercato di gennaio, la squadra da dicembre sotto la guida tecnica di Alessandro Monticciolo, ha cambiato rotta e nonostante si riveli una squadra dall’apporto offensivo carente ha trovato modo di andare a segno grazie a buone manovre di gioco e l’aiuto di altri reparti rinvigoriti dai nuovi arrivati. Dopo aver pareggiato con Gravina e Bisceglie il Casarano va alla ricerca della prima vittoria del 2022, e dovrà tentare nell’impresa contro un Cerignola che non perde ormai dal lontano 10 ottobre, che dopo due pareggi per 3-3 ha ritrovato il successo contro il Nola domenica scorsa.

Il Matino si affida di nuovo a Branà e riparte dal Nola

Nonostante sembrava tutto fatto per l’approdo di Francesco Passiatore, oltretutto protagonista per breve tempo dopo aver sostenuto anche una seduta di allenamento, la Virtus Matino ha fatto un passo indietro per affidarsi nuovamente a Giuseppe Branà. Una scelta per alcuni tratti impopolare, in quanto confronto a inizio anno il tecnico salentino ora dovrà fare i conti con una rosa rivoluzionata e con una sola manciata di pedine da lui volute. Sarà dunque interessante capire il futuro dei biancazzurri, con la nuova guida tecnica che dovrà, fin da subito, dare uno scossone all’ambiente in un match chiave come quello contro il Nola. I campani freschi dell’arrivo di Zito dalla Paganese (Serie C) e di altri giocatori di categoria, nei primi incontri del 2022 hanno affrontato Casertana e Cerignola, riuscendo a vincere contro il derby campano per 2-0 nonostante l’avversario non fosse dei più facili, e siedono in zona play put con 22 punti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Matino riparte da Branà: Casarano ospite del Cerignola

LeccePrima è in caricamento