rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Calcio

Il Nardò cade a Fasano, ora il successo potrebbe non bastare per centrare la salvezza

Il team di De Candia per 3-2 al "Curlo" di Fasano: domenica deve vincere contro il Molfetta e sperare in una sconfitta del Casarano per salvarsi

NARDÒ – Il Nardò non si conferma e cade al cospetto del Fasano dell’ex Danucci. Domenica amara per i neretini che perdono per 3 a 2 contro i biancazzurri e ora si aggrappano a fievoli speranze salvezza negli ultimi 90 minuti di gioco. Dopo un primo tempo concluso per 1-1, nella ripresa il Nardò spreca troppo e il Fasano ne approfitta, trovando un tris che gli permette di agganciare matematicamente i play off. Gli ospiti, invece, a cospetto di questa sconfitta, dovranno vincere fra sei giorni in casa contro il Molfetta e sperare che il Casarano perda per centrare la salvezza senza passare dai play out, ora presidiati con 42 punti.

La gara è accesa fin dai primi istanti, con una palla messa in mezzo da Calabria sulla quale si imbatte Battista anticipato in scivolata da Alfarano: tante proteste dei padroni di casa, ma l’arbitro lascia proseguire. Il Nardò dopo il primo quarto d’ora reagisce, con Mancarella che da posizione defilata costringe Suma ad allontanare in tuffo. Poco dopo Sevenzin su cross di Forbes non è fortunato, poi Romeo di testa su angolo va vicino al gol. Grande occasione del Fasano sul ribaltamento di fronte, Forbes servito in area tutto solo calcia alto. Gol sbagliato, gol subito, e così il Nardò passa in avanti al 40’: gran punizione di Mancarella dal limite, che infila Suma. Nemmeno il tempo di esultare per il vantaggio, che Forbes ristabilisce la parità: servito spalle alla porta libera il destro che vale l’1 a 1. L'ultimo acuto dei primi 45 minuti vede protagonista Cristaldi di testa, buona risposta dell’estremo difensore del Fasano.

La ripresa vede protagonista in apertura il Nardò. Prima Puntoriere al volo calcio di poco alto sopra il montante, poi al 28’ Caputo tutto solo in area non colpisce bene di testa. Alla mezzora errore del portiere neretino Lovecchio, Battista da fuori lo beffa con un tiro a scendere e sigla il 2 a 1. E il Fasano, sulle ali dell’entusiasmo, trova anche il tris con Camara che dagli effetti di un calcio piazzato, di testa, infila l’estremo dei salentini: 3 a 1 e gara che scivola sui binari dei biancazzurri.

La sfida rimane viva, e il Nardò in chiusura su una mischia trova l’inutile gol del 3 a 2 con Masetti che beffa un disattento Suma. Si conclude così una gara che concede al Fasano il pass definitivo per i play off, ma anche l’amaro in bocca alla squadra di De Candia. Il post gara si macchia di duri scontri tra i tifosi del Fasano e quelli del Nardò, con i sostenitori di casa che dopo aver invaso il terreno di gioco si sono diretti verso il settore ospiti, scatenando una ressa che è stata difficile da placare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Nardò cade a Fasano, ora il successo potrebbe non bastare per centrare la salvezza

LeccePrima è in caricamento