rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Calcio

Il nuovo Nardò targato De Candia contro il Lavello. La capolista Bitonto contro il Casarano

In scena domenica l'ottavo turno di Serie D girone H, con la Virtus Matino che andrà alla ricerca di punti salvezza in trasferta contro il Gravina

LECCE – Alle porte l’ottavo turno del campionato di Serie D girone H, con le compagini della quarta serie che si apprestano a giocare la terza gara della settimana. Il Casarano vorrà rifarsi tra le mura amiche dopo averne prese quattro in trasferta dal Lavello, il Nardò, invece, sotto il segno di una nuova guida tecnica, vorrà partire nel migliore dei modi. Infine toccherà alla Virtus Matino che, dopo un buon inizio, negli ultimi giorni non ha raccolto punti.

Incassato il 4-1 di Lavello il Casarano del tecnico Matias Calabuig è pronto al riscatto tra le mura amiche. Settimana ricca e intensa per i rossazzurri che, dopo aver trionfato nel derby con il Matino e perso con la seconda classificata, ospiteranno al “Capozza” la capolista Bitonto. Cinque i punti che separano i salentini dai baresi, con i primi in settima posizione con 12 punti all’attivo grazie a quattro vittorie e tre sconfitte, e i secondi che occupano stabilmente il primo posto da qualche giornata grazie a cinque successi di fila. I neroverdi vorranno certamente confermarsi in trasferta, dove in tre gare hanno trovato altrettanti successi.

Il Nardò ripartito dall’esperto Pasquale De Candia, tecnico ex Bitonto, Casarano e Gravina, è pronto a rilanciarsi e dire la sua contro il Lavello. Anche questa una squadra in ottima forma, che arriva al match dopo quattro vittorie consecutive. Capaci di mettere a segno ben 12 reti negli ultimi quattro impegni, gli ospiti se la vedranno con i granata che, messi in discussione dall’arrivo di un nuovo trainer, avranno l’obbligo di rispondere presente al ritorno tra le mura amiche del “Giovanni Paolo II”. Per i neretini l’unico successo riporta alla prima giornata di campionato, quando la banda di Ciullo si impose per 4-2 ai danni della Team Altamura; da allora solo sconfitte, eccezion fatta per il pari casalingo contro il Bisceglie arrivato in extremis con l’ausilio di un autogol di un difensore avversario.

Settimana da dimenticare per la Virtus Matino che, dopo le due sconfitte conseguite sul campo, giovedì ha appreso di aver perso a tavolino la gara casalinga contro il Molfetta che aveva regalato sul campo un ottimo punto in ottica salvezza. L’infernale sette giorni di Serie D potrebbe però prendere una piega meno negativa se la sfida di domenica in territorio murgiano contro il Gravina regalasse un risultato utile. Il successo per i biancazzurri sembra ormai un vecchio ricordo: due soli punti raccolti nelle ultime cinque gare con l’unica vittoria che risale ormai allo scorso 26 settembre. A un ottimo approccio con la Serie D dopo oltre vent’anni d’assenza dalla categoria, ha fatto seguito un cammino tortuoso e ricco d’ostacoli che ora mister Branà dovrà a tutti i costi portare sui binari giusti. L’avversario di domani seppur forte dei 9 punti in classifica, arriva da una mini crisi che lo hanno visto perdere nelle ultime tre gare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo Nardò targato De Candia contro il Lavello. La capolista Bitonto contro il Casarano

LeccePrima è in caricamento