rotate-mobile
Progetto da 700 mila euro / Nardò

Partono campionato e lavori allo stadio. Nuove tribune, illuminazione, panchine e telecamere

La corsa contro il tempo non ha garantito il salto in serie C, ma ora partono le opere di adeguamento del “Giovanni Paolo II” di Nardò che dureranno tre mesi. La società comunicherà a breve dove si svolgeranno le prime gare casalinghe

NARDO’ - Almeno tre mesi di interventi e dalla prossima settimana apre il cantiere per i lavori di adeguamento dello stadio “Giovanni Paolo II” di Nardò. Nonostante il tour de force e le buone intenzioni, la tempistica burocratica non ha consentito di garantire il salto nel campionato di serie C, conquistato al termine degli spareggi della passata stagione agonistica.

L’iter comunque non si è fermato, e questa mattina è stato formalmente consegnato il cantiere alla ditta “Costruzioni Antonio Gianturco” srl di Galatina, che si è aggiudicata la gara relativa proprio agli interventi di manutenzione straordinaria e adeguamento per l’omologazione alle norme federali dello stadio di via XX Settembre.  

I lavori cominceranno il prossimo 11 settembre, il giorno successivo all’avvio del campionato di serie D (la squadra granata esordirà contro la Fidelis Andria) e già da domani la società comunicherà il terreno di gioco dove disputerà, temporaneamente, le prime gare casalinghe della stagione. I lavori dureranno 90 giorni, salvo possibili ritardi, e garantiranno le nuove sedie sulle tribune, un nuovo impianto di illuminazione, panchine e telecamere. Un intervento che prevede un impegno finanziario complessivo di 700 mila euro.

“Come sempre alle parole preferiamo i fatti e da lunedì e per circa 90 giorni lo stadio Giovanni Paolo II sarà un cantiere, al termine del quale l’impianto sarà perfettamente omologato ai campionati di serie D e  serie C” commenta il sindaco Pippi Mellone, “in Puglia e nel Sud Italia gli stadi in queste condizioni sono pochissimi. In tempi record, cioè tre mesi e in piena estate, abbiamo completato la procedura su progettazione, gara e affidamento. Altrove avrebbero impiegato anni. Abbiamo fatto il massimo e non si poteva fare l’impossibile. Ora buon lavoro alla ditta”.

L’intervento, tra le altre cose, consentirà di potenziare il sistema di videosorveglianza per la pubblica sicurezza (più telecamere per un controllo totale di tutte le aree interne ed esterne dell’impianto), di migliorare l’impianto di diffusione sonora per le informazioni relative alla gara e per gli annunci di pubblica utilità e di emergenza, e di ridisegnare il rettangolo verde per adeguarlo alla misura di 100x64 metri.

E ancora di rimuovere le panchine esistenti e di posizionarle fuori terra, di adeguare l’impianto di illuminazione, di ampliare e adeguare gli spogliatoi (anche con la realizzazione di un locale per il controllo antidoping), di adeguare le tribune anche mediante l’installazione delle sedute di diversa colorazione.

inizio lavori stadio_2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partono campionato e lavori allo stadio. Nuove tribune, illuminazione, panchine e telecamere

LeccePrima è in caricamento