Domenica, 21 Luglio 2024
Esperienza memorabile / Nardò

I ragazzi del Polo 2 di Nardó a confronto con il premio Nobel, Abdulrazak Gurnah

Una delegazione dell’istituto “Renata Fonte” ha partecipato all’incontro promosso da Unisalento con il premio Nobel per la letteratura 2021. Gli studenti hanno tratto spunti di riflessione sul tema dei rifugiati, colonialismo e integrazione leggendo il romanzo “Sulla riva del mare”

NARDO’ - Una delegazione dei ragazzi delle classi terze dell’istituto comprensivo del Polo 2 "Renata Fonte" di Nardò è stata protagonista di un incontro  memorabile sotto il profilo umano e culturale. Nella mattinata del 6 ottobre nella sala convegni del complesso Ecotekne dell'Università del Salento, infatti, la comunità accademica e gli studenti provenienti da numerose scuole della provincia hanno accolto il Premio Nobel per la letteratura 2021, Abdulrazak Gurnah.

Lo scrittore originario della Tanzania, e naturalizzato britannico, dopo aver lasciato la sua terra  dilaniata dai conflitti alla fine degli anni sessanta, ha vissuto l’esperienza di rifugiato in Gran Bretagna dove ha studiato diventando professore di letteratura inglese postcoloniale.

Nei giorni precedenti l’incontro, i ragazzi neretini, sotto la guida dei loro docenti, hanno letto il romanzo “Sulla riva del mare”, scritto dal premio Nobel dal quale hanno tratto spunti di riflessione sul tema dei rifugiati, sulle drammatiche conseguenze del colonialismo e sulla difficoltà dell'integrazione.

L'incontro con lo scrittore ha rappresentato un'occasione unica e irripetibile di approfondimento sui grandi temi del presente, attraverso una delle voci più significative della letteratura mondiale. I ragazzi dell’istituto “Renata Fonte”, infine, hanno avuto il privilegio di donare personalmente all'illustre ospite un ritratto dello stesso, un cartellone realizzato da loro e un pumo salentino con dedica.

IMG-20231007-WA0007

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ragazzi del Polo 2 di Nardó a confronto con il premio Nobel, Abdulrazak Gurnah
LeccePrima è in caricamento