Cronaca

Blocco ferroviario contro eradicazioni: 45 avvisi di conclusione indagini per gli attivisti

Sono diversi i residenti dei comuni della provincia di Lecce accusati dei disagi provocati a novembre, durante la protesta contro il piano anti Xylella

Il blocco ferroviario di novembre (BrindisiReport)

LECCE  – Sono circa 45 gli avvisi di conclusione delle indagini notificati dalla Digos nei confronti di altrettanti individui identificati lo scorso 10 novembre. Quel giorno, infatti, ci fu un blocco ferroviario a San Pietro Vernotico, sulla linea che parte da Lecce, da parte di centinaia di attivisti che protestavano contro le eradicazioni degli alberi di olivo colpiti da Xylella fastidiosa. A partire dalle 15 di quel pomeriggio, fino alle 23, occuparono il binario per dire “no” al piano.

Durante quel blocco intervenne sia il personale della Digos di Brindisi, sia i carabinieri che presidiarono la manifestazione di protesta per tutelare l’ordine pubblico. Due treni, però, furono costretti a fermare la propria corsa nella stazione di San Pietro Vernotico, provocando numerosi disagi ai passeggeri.  In provincia di Lecce sono coinvolti attivisti di Martano, Sannicola, Otranto, San Pietro in Lama, Trepuzzi, Lequile, Galatina, Melendugno, Acquarica del Capo e Nardò. Gli altri sono del Brindisino e del Bolognese.

I reati contestati sono “interruzione di pubblico servizio e aver omesso di avvertire le autorità competenti della manifestazione”, per il danno arrecato alla società che gestisce la rete ferroviaria. Alcuni dei presenti durante il blocco, poi denunciati alcuni giorni dopo dagli inquirenti, sarebbero gli stessi che soltanto poco tempo prima, avrebbero lanciato petardi, pietre e bottiglie contro il Cie alle porte di Brindisi. Era il 31 ottobre e 13 di loro furono identificati dopo la sassaiola nel Centro di identificazione ed espulsione dei migranti, e ritenuti vicini agli ambienti di matrice anarchica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocco ferroviario contro eradicazioni: 45 avvisi di conclusione indagini per gli attivisti

LeccePrima è in caricamento