Il maltempo concede il bis: sferzata di grandine e pioggia sul Salento

Come nelle previsioni anche oggi giornata caratterizzata da instabilità e rovesci. Disagi alla viabilità e interventi di vigili del fuoco e protezione civile a Soleto e Galatina. Danni a verdure e vigneti

SOLETO - Un fine settimana all’insegna della instabilità meteorologica, come nelle previsioni e sulla scorta dell’allerta gialla diramata dalla protezione civile, e dopo la sventagliata di acqua e grandine che ha interessato ieri principalmente le aree del Sud Salento e del Magliese (Poggiardo, Surano, Ruffano e Taurisano le zone più colpite, ma anche Galatina), oggi il maltempo ha concesso il bis. E nuovi disagi, uniti ai danni alle colture lamentati anche da Coldiretti, hanno interessato diverse zone del Salento. Interventi e allerta da parte delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco in diversi centri.

Rovesci di pioggia battente hanno interessato il capoluogo così come il nord Salento, con allagamenti segnalati nella zona di Casalabate, ma i chicchi di grandine caduti in abbondanza sono quelli che hanno caratterizzato ancora una volta le zone tra Galatina e Soleto, così come Corigliano, ma anche Maglie e Cursi. I disagi maggiori si sono avvertiti soprattutto per la viabilità: la coltre di grandine per oltre 15 centimetri, simile a una distesa di neve, ha interessato diverse strade, e in particolare sulla tangenziale tra Galatina e Soleto si è reso necessario l’intervento di un paio di squadre dei vigili del fuoco e della protezione civile di Soleto per liberare la carreggiata. Il manto di grandine ha infatti reso impraticabili e soprattutto pericolosi alcuni tratti della strada e sul posto per dare manforte sono giunte anche pattuglie della polizia locale e una volante del commissariato di Galatina. A Melpignano le vie del paese sono state "inondate" dalla grandine e si è reso necessario l'intervento di un escavatore per ripristinare l'agibilità delle strade. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Naturalmente in tutte le zone interessate nelle ultime 48ore dalle precipitazioni si è registrata la relativa diminuzione delle temperature con valori al di sotto delle medie stagionali e che rimandano ancora l’ingresso dell’estate. L’improvvisa ondata di maltempo, con piogge violente e grandinate, ha danneggiato soprattutto le coltivazioni di verdure nei campi (insalate, angurie, bietole, cicorie, sedano e le piantine appena messe a dimora di melanzane e peperoni) e i vigneti, colpendo prima la provincia di Lecce, a Ruffano, Poggiardo e Torre Paduli, fino ad investire la provincia di Brindisi con epicentro a Latiano, come rilevato da Coldiretti Puglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Fiamme e fumo sulla collina di Lido Conchiglie. Si sospetta l'origine dolosa

Torna su
LeccePrima è in caricamento