Il maltempo concede il bis: sferzata di grandine e pioggia sul Salento

Come nelle previsioni anche oggi giornata caratterizzata da instabilità e rovesci. Disagi alla viabilità e interventi di vigili del fuoco e protezione civile a Soleto e Galatina. Danni a verdure e vigneti

SOLETO - Un fine settimana all’insegna della instabilità meteorologica, come nelle previsioni e sulla scorta dell’allerta gialla diramata dalla protezione civile, e dopo la sventagliata di acqua e grandine che ha interessato ieri principalmente le aree del Sud Salento e del Magliese (Poggiardo, Surano, Ruffano e Taurisano le zone più colpite, ma anche Galatina), oggi il maltempo ha concesso il bis. E nuovi disagi, uniti ai danni alle colture lamentati anche da Coldiretti, hanno interessato diverse zone del Salento. Interventi e allerta da parte delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco in diversi centri.

Rovesci di pioggia battente hanno interessato il capoluogo così come il nord Salento, con allagamenti segnalati nella zona di Casalabate, ma i chicchi di grandine caduti in abbondanza sono quelli che hanno caratterizzato ancora una volta le zone tra Galatina e Soleto, così come Corigliano, ma anche Maglie e Cursi. I disagi maggiori si sono avvertiti soprattutto per la viabilità: la coltre di grandine per oltre 15 centimetri, simile a una distesa di neve, ha interessato diverse strade, e in particolare sulla tangenziale tra Galatina e Soleto si è reso necessario l’intervento di un paio di squadre dei vigili del fuoco e della protezione civile di Soleto per liberare la carreggiata. Il manto di grandine ha infatti reso impraticabili e soprattutto pericolosi alcuni tratti della strada e sul posto per dare manforte sono giunte anche pattuglie della polizia locale e una volante del commissariato di Galatina. A Melpignano le vie del paese sono state "inondate" dalla grandine e si è reso necessario l'intervento di un escavatore per ripristinare l'agibilità delle strade. 

Naturalmente in tutte le zone interessate nelle ultime 48ore dalle precipitazioni si è registrata la relativa diminuzione delle temperature con valori al di sotto delle medie stagionali e che rimandano ancora l’ingresso dell’estate. L’improvvisa ondata di maltempo, con piogge violente e grandinate, ha danneggiato soprattutto le coltivazioni di verdure nei campi (insalate, angurie, bietole, cicorie, sedano e le piantine appena messe a dimora di melanzane e peperoni) e i vigneti, colpendo prima la provincia di Lecce, a Ruffano, Poggiardo e Torre Paduli, fino ad investire la provincia di Brindisi con epicentro a Latiano, come rilevato da Coldiretti Puglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

Torna su
LeccePrima è in caricamento