Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Inferno nella zona industriale. Divampa l’incendio e distrugge tre mezzi

L'episodio, di natura dolosa, è avvenuto all'alba, alla periferia di San Donato di Lecce. Alcuni malviventi hanno appiccato il rogo in un'area in cui si trovavano parcheggiati tre furgoni. Il fuoco ha travolto anche un'abitazione nel centro di Tuglie e la tensostruttura di Aradeo

Il luogo dell'incendio

SAN DONATO DI LECCE – Un incendio ha inaugurato l’alba, alla periferia di San Donato di Lecce. Poco prima delle cinque,  le fiamme hanno avvolto tre furgoni, parcheggiati nella zona industriale del piccolo comune. I camion, di cui due completamente distrutti e un terzo danneggiato parzialmente, sono intestati alla ditta "Caputo", del posto, specializzata in impianti idraulici ed elettrici, gestita da Cesare Caputo, di 44 anni.

Immediato l'intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale, i quali hanno spento il rogo e scongiurato il pericolo di ulteriori conseguenze ad altri mezz, lasciati in sosta lungo la via. I pompieri, con l’ausilio dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce e della stazione di San Cesario di Lecce, hanno anche eseguito un sopralluogo, per individuare l’origine dell’accaduto.IMG00875-20131028-0941-2

Dai primi riscontri, non vi sarebbero dubbi sulla natura dolosa del gesto: a provocare l'accaduto, sarebbe stato almeno un individuo. Soltanto due notti addietro, un incendio è esploso, per volontà di qualcuno, in un'area privata di Acquarica del Capo, dove è stato mandato in fumo un tir e relativo rimorchio, appartenenti a un'impresa di trasporti di piccole dimensioni.

TUGLIE E ARADEO, FIAMME DOLOSE IN UN'ABITAZIONE E ALLA TENSOSTRUTTURA

Nel pomeriggio di ieri, inoltre, intorno alle 17,15, un altro rogo, sempre di natura dolosa, ha  interessato un'abitazione nel centro storico di Tuglie. Una piccola dimora ricavata da uno scantinato e al momento disabitata, al civico 5 di vico Mottura, è stata data alle fiamme.

Colui che ha agito ha spalancato la porta di ingresso senza troppi sforzi, essendo piuttosto vecchia e usurata, e si è introdotto nello stabile per appiccare il fuoco. Le fiamme hanno travolto diversi oggetti e parti dell'arredamento, oltre a consumare anche coperte e altro materiale sintetico, per un danno ancora in fase di quantificazione. Lo hanno constatato i pompieri del distaccamento di Gallipoli, sopraggiunti per cercare di limitare il propagarsi prepotente dell'incendio.

tuglie incendio-2I rilievi sono, invece, nelle mani degli agenti di polizia municipale di Tuglie, che torneranno sul posto nel corso delle prossime ore, assieme a un funzionario dell'Ufficio tecnico comunale, per accertare la tenuta dell'edificio. Il personale di polizia, inoltre, tenterà di risalire alle motivazioni un simile gesto, che non nasconde analogie con quanto accaduto lo scorso 6 ottobre, a Torre San Giovanni, la marina di Ugento.

In quell'occasione, alcuni individui fecero irruzione in una villetta utilizzata durante le vacanze estive da una famiglia. Non avendo trovato nulla di allettante, nessuna corposa refurtiva, diedero la casa alle fiamme, infischiandosene del pericolo in cui si trovarono le abitazioni confinanti, nelle quali erano presenti diverse famiglie.

Notte di fuoco anche ad Aradeo, a cavallo tra domenica e lunedì, infatti, ignoti hanno appiccato le fiamme all'interno della tensostruttura. Nei prossimi giorni, il Palarock dovrebbe ospitare un festival, che dall'organizzazione intendono comunque garantire. Incerte le cause del rogo, che saranno stabilite a seguito delle perizie degli addetti ai lavori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inferno nella zona industriale. Divampa l’incendio e distrugge tre mezzi

LeccePrima è in caricamento