Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Schianto su muretto della 275: morte cerebrale per il 15enne, appello per cercare suv

Non ce la fa Gianluigi Coppola, coinvolto in un grave sinistro, a Surano. Famigliari chiedono aiuto ai passanti: quel pomeriggio un’auto si è dileguata

L'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce

LECCE – Non c’è più nulla da fare per Gianluigi Coppola, il 15enne di Montesano Salentino, coinvolto in un grave incidente una decina di giorni addietro, sulla strada statale 275. A mezzogiorno, i medici dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove si trova ricoverato in condizioni disperate, hanno dichiarato la morte cerebrale. Uno scenario che, nei giorni scorsi, e col passare delle ore, ha preso via via piede, fino a tradursi nella notizia ufficiale arrivata oggi.

Il 15enne è l’ennesima vittima della strada statale 275, teatro di numerosi incidenti anche in passato. Quel pomeriggio di due venerdì addietro, Gianluigi si trovava in compagnia del cugino a bordo di una Fiat idea, condotta dal 22enne. All’improvviso, però, l’auto ha sbandato con violenza, finendo contro un muretto a secco. Sulla dinamica, però, c’è ancora tanto da lavorare: quel giorno, infatti, sarebbe stato avvistato un suv, che sarebbe coinvolto nel sinistro.

Suv di cui ora non vi è traccia: l’avvocato della famiglia, i parenti e gli amici avevano già lanciato un appello, che ora si fa più urgente: chiunque abbia notato quella monovolume, si faccia avanti. Ne descriva il modello, il colore, aiuti insomma le forze dell’ordine a stabilire che cosa sia accaduto negli istanti che hanno preceduto lo schianto, costato la vita  un ragazzo di soli 15 anni, che muore dopo giorni di ricovero e di angoscia per un’intera famiglia. Se il conducente del suv non è stato mosso da senso civico e da etica, lo facciano almeno i cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto su muretto della 275: morte cerebrale per il 15enne, appello per cercare suv

LeccePrima è in caricamento