Cronaca

Quarto sbarco a maggio: la media è di uno ogni settimana

Rintracciati poco dopo Porto Badisco ventiquattro stranieri afghani e iracheni, fra cui sette minorenni. Questa volta, nessuna traccia dell'imbarcazione. Condotti al "Don Tonino Bello"

Un gruppo di migranti nel "Don Tonino Bello" (repertorio).

OTRANTO – Non si arresta l’ondata di sbarchi sulle coste salentine. Ventiquattro migranti, che si sono dichiarati di nazionalità irachena e afghana (fra loro sette minori) sono stati rintracciati alle prime luci dell’alba. Percorrevano strade interne che da Porto Badisco, marina di Otranto, li avrebbero condotti in direzione di Minvervino di Lecce.  

Badisco, dunque, è la zona dove si presume sia avvenuto l’approdo. Una delle tante baie naturali, spesso scelte dagli scafisti, per lasciare i migranti nel tratto terminale del lungo viaggio dal Vicino Oriente, dopo averli prelevati il più delle volte su isole greche. Dato il numero, si presume che siano arrivati a bordo di un gommone oceanico con potenti motori che è riuscito a prendere il largo oltrepassando la rete di controlli in mare.

Le segnalazioni sul gruppo che si stava muovendo a piedi nelle campagne che circondano la Città dei Martiri e i comuni vicini, sono state raccolte dal commissariato di polizia idruntino che ha inviato subito alcune volanti per rintracciare i migranti. Una volta fermati, sono stati raccolti da un pullman e condotti presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto per l’identificazione e la fase investigativa, operazioni affidate al pool interforze anti-immigrazione coordinato dalla Procura.

Quello di oggi è il quarto sbarco nel solo mese di maggio in provincia di Lecce, dopo quelli di Leuca del 4, di Tricase dell’11 e ancora di Tricase, del 17. Come si noterà bene, tutti eventi che si sono succeduti fra i sei e i sette giorni gli uni dagli altri. Potrebbe essere sintomatico di un modus operandi preciso. Due episodi, quelli del 4 e del 17 maggio, si sono conclusi anche con gli arresti degli scafisti, rispettivamente un georgiano e un brindisino.      

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quarto sbarco a maggio: la media è di uno ogni settimana

LeccePrima è in caricamento