menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raffiche di vento per tutta la notte e vanno a picco alcune piccole barche

A Porto Cesareo, probabilmente, si sono verificati i danni maggiori. Sopralluogo della guardia costiera. La sindaca Silvia Tarantino: "Il recupero di decinedi corpi morti ha evitato il peggio"

LECCE - Il vento sferzante che già ieri ha provocato danni su buona parte del Salento, ha continuato a imperversare per tutta la notte, calando solo attorno alle 4 del mattino. Innumerevoli gli interventi di vigili del fuoco e sezioni di protezione civile per alberi e pali caduti. I problemi maggiori, però, probabilmente, si sono verificati lungo la costa jonica, particolarmente esposta. Oggi la situazione dovrebbe essere molto più tranquilla, ma comunque permane un’allerta meteo gialla.

Video | La mareggiata di questa notte

A Gallipoli, le raffiche di vento hanno provocato onde che si sono abbattute con violenza sul lungomare, invadendo le strade e rendendole pericolose, in sostanza impraticabili, se non a proprio rischio e pericolo. Un fenomeno nello stesso tempo tremendo e suggestivo, abbastanza frequente e che i residenti della Città Bella sono abituati a vivere. E tuttavia, si sono verificati meno danni rispetto ad altre circostanze.  

8b371dba-9528-4f94-9460-ca41109ef618-2

Porto Cesareo, invece, sono affondate diverse piccole imbarcazioni, fra quelle di pescatori e natanti da diporto ormeggiati nelle darsene, più alcuni tender. Il danno più rilevante ha riguardato un’unità da pesca. Questa mattina la guardia costiera dell’ufficio locale marittimo di Torre Cesarea sta svolgendo un sopralluogo per una conta più precisa.  

“Abbiamo avuto timore - spiega la sindaca di Porto Cesareo, Silvia Tarantino -, di rivivere i disagi e la paura della mareggiata di novembre 2019, rimasta nei nostri ricordi, com’è rimasta la ferita al territorio, non ancora rimarginata. Per fortuna – aggiunge - gli interventi effettuati nel porticciolo insieme alla Capitaneria di porto, a seguito di quell’evento calamitoso, con il recupero di decine e decine di corpi morti, ha evitato che in queste ore si registrassero danni maggiori”.

9ea24294-8af5-44df-b21f-8e8590bbbd72-2

mareggiata santa caterina-2Altri problemi si sono verificati a Santa Caterina, marina di Nardò, dove, stando alla segnalazione di Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, le onde hanno toccato i 5 metri di altezza. "Lungo tutto il lungomare - evidenzia D'Agata -, la forte mareggiata ha superato la linea di costa invadendo strade, abbattendo muretti di contenimento e trascinando i detriti su marciapiede e manto stradale. Il tratto di passeggiata a mare è stato danneggiato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento