Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Tricase

Una biologa rinviene un sacco sulla scogliera: all’interno 9 chili di marijuana

La droga, abbandonata nei pressi di Tricase Porto, è stata rinvenuta in mattinata. Sequestrata dai carabinieri

TRICASE - Nove chilogrammi di droga sono stati rinvenuti, all’alba, sul litorale del Capo di Leuca. E’ stata una biologa del centro di ricerca di Biologia marina “Mare” ad allertare le forze dell’ordine: sulla scogliera di Tricase Porto, infatti, è spuntato un sacco di nylon, contenente della marijuana.

Tutto lo stupefacente scoperto è stato posto immediatamente sotto sequestro dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia locale, guidata dal capitano Alessandro Riglietti. Dei proprietari di quella droga, come accaduto anche in passato, non vi è traccia. Né è dato sapere a chi fosse destinato.

Anche nelle scorse settimane, in zona come in altri punti del Salento, le forze dell’ordine si sono imbattute in ritrovamenti analoghi: è accaduto nelle marine leccesi e nel Capo di Leuca. Entrambe mete privilegiate per gli sbarchi di migranti e i traffici illegali. Ad aprile, per esempio, è toccato a un pescatore rivolgersi alla guardia di finanza per segnalare la sospetta presenza di alcuni involucri, per un peso di diversi quintali, tra Torre dell'Orso e San Cataldo. Mentre, alla fine dello scorso anno, anche a Tricase erano state fatte "scoperte" simili, peraltro a più riprese: il mare, infatti, per più giorni, ha restituito diversi borsoni con all'interno "erba".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una biologa rinviene un sacco sulla scogliera: all’interno 9 chili di marijuana

LeccePrima è in caricamento