Politica

Concorsi, progetti e sport: i successi del Quinto Ennio e dell’Ascanio Grandi

Con la fine dell'anno scolastico si traccia anche un bilancio delle attività extracurriculari: dalla poesia, agli scacchi, alla conoscenza del patrimonio artistico di Lecce. Gli alunni delle due scuole medie hanno tagliato traguardi importanti

LECCE – Il  “Quinto Ennio” di Lecce, nell’ambito delle attività extracurriculari, ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti a livello provinciale, regionale e nazionale.  Per attività extracurriculari, si intendono l’insieme di tutte quelle attività che la scuola offre agli alunni, oltre il curricolo  obbligatorio, in tempi aggiuntivi e la cui frequenza da parte degli allievi è facoltativa.

Gli alunni della scuola media, durante l’anno scolastico 2012/2013, si sono impegnati ed hanno lavorato con entusiasmo, sotto la guida dei loro docenti e della dirigente scolastica, la professoressa Addolorata Cosi in diverse attività: giochi d’autunno, giochi matematici, torneo di scacchi, concorso comunale “pensieri in un’immagine”,  settimo concorso di poesia “Il Galantuomo”, “Terza Olimpiade “Asso della grammatica”, premio concorso indetto dalla Gazzetta del Mezzogiorno “Lo scrivo io” e nelle numerose competizioni di nuoto e pallavolo insieme con il gruppo sportivo della scuola.

I risultati sono stati sorprendenti: nei giochi d’autunno il vincitore è Alessio Guerra; nei giochi matematici  si sono classificati per la finale nazionale e semifinale internazionale, categoria C1,  Luca Mazzotta, Alessio Guerra, Vito Mola, Clara Melissano, Sara Quaranta e Domenico Pergola; nella categoria C2 affermazione per Matteo Capone. Primo posto a livello regionale e ottavo a livello nazionale su 42 squadre partecipanti per la squadra del Quinto Ennio al Torneo di scacchi (Alessandro Mazzotta, Francesco Damiano, Andrea Manca, Gabriele D’Urbano ed Enrico Talesco). E anche sul manifesto augurale del sindaco per l’anno scolastico 2012/2013 c’è lo zampino del Quinto Ennio: sui poster che hanno tappezzato Lecce lo scorso settembre c’era il disegno dell’alunna Francesca Bove che ha vinto il concorso indetto dal settore Pubblica Istruzione del Comune di Lecce.  Ed ancora: al settimo concorso di poesia “il Galantuomo” Sara Quaranta ha conquistato il terzo posto, mentre Giacomo Rucco ha ricevuto una menzione di merito.

Il gruppo sportivo della scuola si è distinto, invece, nelle gare di nuoto: la squadra femminile (Carolina Rubino, Sofia Ferrara, Chiara Arseni, Giulia Bruno) ha conquistato, nella staffetta, il primo posto a livello provinciale e il terzo posto a livello regionale. La squadra maschile (Lezzi Davide Lezzi, Alessandro Caroppo, Matteo Capone e Luca Mazzotta) si è invece classificata seconda a livello provinciale. Nel complesso la  scuola ha conquistato il primo posto.

A livello regionale Carolina Rubino e Chiara Arseni hanno conquistato rispettivamente il primo posto sui 50 metri dorso ed il primo posto sui  50 metri  delfino; vittoria anche per Davide Lezzi sui 50 metri dorso. La squadra femminile conquista anche il terzo posto nella staffetta.

Grande soddisfazione, inoltre, ha riservato la terza olimpiade “Asso della Grammatica” che ha visto la squadra composta da Piera Battista, Eugenio Caretto, Matteo Del Fiume,  Andrea Manca e Andrea Vetrugno impegnate a Catania - insieme alla dirigente ed alla professoressa Maria Delle Rose - per la finale nazionale. La squadra è riuscita a piazzarsi al secondo posto a livello nazionale, strappando il primo premio per la recensione di un quadro di Puglisi e il primo premio per la creatività.

Il progetto dei ragazzi della scuola “Ascanio Grandi” sulla Torre di Belloluogo.

Si chiama "Documentiamoci per scoprire il passato e il presente della Torre di Belloluogo", il progetto realizzato dagli studenti della scuola secondaria di primo grado "Ascanio Grandi" di Lecce, in particolare dalle due classi I G e III L.

Il progetto rientra nel Pon “Valutazione e Miglioramento relativo all’anno scolastico 2012-2013”. L’obiettivo era quello di riuscire a raccogliere una significativa documentazione sulla Torre di Belloluogo al fine di realizzare una brochure informativa. L’iniziativa, promossa dal Comune di Lecce, è stata coordinata dalla professoressa Maria Concetta Caione, referente del progetto.

Ecco alcuni passaggi che ritroviamo nella brochure realizzata dagli studenti dell’Ascanio Grandi: “E’ come una ‘bella addormentata’ che aspettava di tornare a nuova vita. Il complesso è uno scrigno che racchiude tanti tesori naturalistici, architettonici, pittorici. Nel nome di Maria d’Enghien e a difesa della Torre è sorta l’associazione ideale Osservatorio Torre di Belloluogo che mira a far conoscere l’unicità e l’alto valore del complesso testimonianza del passato della città di Lecce”.

E ancora: “Il parco che circonda la Torre è un vero gioiello alle porte di Lecce:  “E’  uno degli ultimi esempi (forse l'unico) degli orti periurbani che caratterizzavano la zona settentrionale della città di Lecce fino ai primi anni del XX secolo. Lungo il percorso sono ancora visibili i numerosi pozzi e le cisterne utilizzate dai monaci Olivetani che hanno avuto in gestione e coltivato a lungo quei 12,7 ettari di terreno. Grazie ai recenti lavori effettuati, sono state sistemate le essenze come rucola, rosmarino e altre piante della macchia mediterranea, e gli alberi, tutti autoctoni, tra cui carrubi, corbezzoli e ulivi”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsi, progetti e sport: i successi del Quinto Ennio e dell’Ascanio Grandi

LeccePrima è in caricamento