rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Calcio

Nardò, non basta il pokerissimo rifilato al Molfetta per evitare i play out

La vittoria casalinga del Casarano condanna il team di De Candia agli spareggi per la retrocessione

NARDÒ – Tanti gol per una vittoria sofferta ma inutile. Il Nardò si impone per 5 a 4 su un arduo Molfetta, ma ciò non basta per trovare la salvezza ed evitare i play out. In grande spolvero Caputo tra i neretini, autore di una tripletta. Decisive, invece, le doppiette di Kordic e Pozzebon per gli ospiti. In attesa della decisione sul ricorso del Rotonda relativamente agli otto punti di penalizzazione, il Nardò si prepara alla gara di domenica prossima contro il Lavello, in occasione del turno degli spareggi per la retrocessione.

Dopo un inizio che vede le due formazioni sfidarsi a viso aperto, a sbloccare il match è il Nardò, con Mariano che raccoglie una sfera da dentro l’area e la piazza nell’angolino. Al 28’ arriva il raddoppio, Con Caputo che va via a due avversari e insacca in rete. Il Molfetta reagisce, trovando due pali alla mezz’ora, prima con Pozzebon di testa e poi con Gjonaj con un fendente dal limite. È il preludio al gol del 2 a 1 che arriva poco dopo, con Pozzebon servito in area piccola che non sbaglia. Il team di Bartoli al 42’ la pareggia, cross da destra e Kordic, di testa, scavalca un Petrarca non proprio impeccabile.

Ripresa spumeggiante e al 47’ il Nardò passa nuovamente avanti con un gol di testa messo a segno da Romeo. Al 61’ il Molfetta trova la terza rete e dunque la via del pari con Pozzebon, che sugli sviluppi d’angolo segna la doppietta personale che vale il 3 a 3. Continua il botta e risposta, al 72’ Caputo a giro trova il poker, poi cinque minuti più tardi da fuori un missile di Kordic vale il 4 a 4. Gara che non si spegne, e all’81’ Caputo di testa sigla la tripletta personale e il gol del definitivo 5 a 4 in favore dei padroni di casa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nardò, non basta il pokerissimo rifilato al Molfetta per evitare i play out

LeccePrima è in caricamento