Venerdì, 30 Luglio 2021
Otranto

Accusa un malore in alto mare. Soccorso un pescatore al largo di Otranto

Un uomo di Mola di Bari, questa mattina, si è rivolto ai militari della capitaneria di porto della Città dei Martiri, per chiedere soccorso. Dopo aver accusato un forte dolore addominale, è stato accompagnato all'ospedale di Scorrano per gli accertamenti

La motovedetta della guardia costiera di Otranto

OTRANTO – I malori in mare possono rivelarsi fatali, specie se si naviga a circa 11 miglia dalla costa. Praticamente, a una ventina di chilometri dalla costa. Il comandante di un peschereccio partito da Mola di Bari, accusando un dolore lancinante all’altezza dell’addome e dei reni, non ci ha pensato su due volte e si è rivolto, via radio,  ai militari della guardia costiera di Otranto per lanciare un sos.

Sopraggiunti sul posto in cui si trovava il pescatore assieme ad altri tre amici, a sud est rispetto alla Città dei Martiri, i militari lo hanno accompagnato a riva a bordo della motovedetta Cp 809, specializzata nella gestione delle emergenze in mare.

Gli altri colleghi dell’Ufficio circondariale marittimo hanno invece scortato il peschereccio nel porto del borgo adriatico mentre il comandante era già stato affidato alle cure dei sanitari del 118, che lo hanno atteso per prestargli soccorso. Accompagnato presso l’ospedale di Scorrano, l’uomo è stato sottoposto agli accertamenti, per scongiurare che non vi fossero gravi complicazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusa un malore in alto mare. Soccorso un pescatore al largo di Otranto

LeccePrima è in caricamento