In 29 sulla barca al largo di Marina Serra. Rintracciati tre giovani scafisti

Il personale del pool antimmigrazione ha riconosciuto tre cittadini di nazionalità pachistana, ritenuti i responsabili della traversata che, nella serata di ieri, ha fatto giungere un gruppo di migranti nel Capo di Leuca. Hanno un'età compresa tra i 20 e i 26 anni

Uno degli scatti effettuati a bordo dell'imbarcazione

MARINA SERRA (Tricase) – Sono tre gli individui di nazionalità pachistana ritenuti i responsabili dello sbarco avvenuto nella serata di ieri a Marina Serra. Sono stati fermati e condotti presso il carcere di Borgo San Nicola, alle porte di Lecce, dai militari dell'Arma della compagnia di Tricase, guidata dal capitano Simone Clemente, dal personale del pool antimmigrazione, coordinato dal maggiore Giuseppe Dinoi.

Si tratta di Faisal Muhammad, Khalid Muhammad e Hyder Munneb. Queste, quanto meno, le identità rivelate dai tre. I tre cittadini stranieri si sono dunque mimetizzati nel gruppo composto da 29 migranti, tutti siriani e pachistani, nel quale erano anche presenti due donne e sei minorenni. Sono approdati nel Capo di Leuca, per poi essere stati notati da un passante che ha allertato le forze dell’ordine.

Il rintraccio è avvenuto da parte dei carabinieri della stazione di Tricase, mentre le attività di pattugliamento in mare sono state effettuate dai militari della sezione Navale della guardia di finanza di Otranto, assieme ai colleghi della guardia costiera.  I responsabili della traversata, cominciata dalle coste greche a bordo di un barcone lungo dieci metri e posto sotto sequestro, hanno tutti un’etàBuona1-5-3 compresa tra i 20 e i 26 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo essere stati ascoltati, sono stati trasferiti nell’istituto penitenziario, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica, Elsa Valeria Mignone, con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, tratta di persone e ingresso clandestino di stranieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Omicidio di Lecce. La criminologa: “Obiettivo dell’assassino entrambi i fidanzati”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento