rotate-mobile
Il quarto incidente di ottobre / Leuca / Viale Marche

Si taglia fra collo e torace con un flessibile, operaio 59enne in ospedale

È successo in un cantiere in fase d'allestimento sul terrazzo di un edificio di viale Marche. Sul posto 118 e Spesal. L'uomo ha perso molto sangue, ma è stato salvato in tempo. Ne avrà per venti giorni

LECCE – Un operaio di 59 anni di Bitonto, dipendente di un’azienda della provincia di Bari, è stato trasportato in ospedale, in codice rosso, al “Vito Fazzi” di Lecce, in seguito a un incidente avvenuto all’interno di un cantiere in fase d’allestimento in viale Marche. L’uomo se l’è vista davvero brutta, perché, per motivi che al momento sono ancora da verificare con precisione, si è procurato una profonda ferita fra torace e collo mentre stava usando un flessibile.

Al momento dell’episodio, accaduto intorno alle 14,30, l’uomo si trovava con altri operai sulla sommità di un edificio, proprio nei pressi del palazzo che un tempo ospitata l’ex Onmi (Opera nazionale maternità e infanzia), oggi sede dell’assessorato all’Urbanistica del capoluogo. E ha perso molto sangue, considerando il taglio in un punto del corpo molto delicato, ma con l’arrivo dei sanitari del 118 in ambulanza la ferita è stata tamponata e in ospedale si è subito intervenuti per la suturazione.

Attualmente l’uomo è ancora ricoverato, ma se la caverà con una prognosi di venti giorni. Per fortuna, la recisione dei vasi sanguigni è stata meno profonda di quanto temuto in un primo momento.  

Sul posto, intanto, per tutti gli accertamenti e per iniziare il lavoro di ricostruzione della dinamica, sono intervenuti gli ispettori dello Spesal dell’Asl di Lecce, il Servizio di prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro. L’azienda, come detto, ha sede nel Barese e ha preso il lavoro in subappalto da un’altra del Settentrione. Oggi era il primo giorno di lavoro a tutti gli effetti e il cantiere, avviato per alcune ristrutturazioni sul lastricato solare, era in fase d’allestimento.

Il flessibile è stato analizzato dagli ispettori ed è risultato a norma, sia sotto l’aspetto elettrico, sia per quanto riguarda la cuffia di protezione dal disco. Bisognerà ascoltare il ferito, appena possibile, per capire meglio come possa essersi verificato l’incidente.

Una cosa è certa. Si tratta davvero di un periodo nefasto per il Salento. Con quello odierno, da settembre a oggi è almeno il sesto incidente sul luogo di lavoro di una certa entità. Il primo, infatti, è avvenuto a Matino il 5 settembre, a seguire un altro a Leverano, il 28. Gli ultimi quattro, tutti di ottobre, poi, sono stati in un’inquietante, rapida successione: il 10 a Ugento, l’11 a Lecce, il 13 a Taurisano. Oggi, di nuovo a Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si taglia fra collo e torace con un flessibile, operaio 59enne in ospedale

LeccePrima è in caricamento