rotate-mobile
Cronaca Tricase

“Escluso dalla gita del liceo perché su una carrozzina”. La scuola garantisce a LeccePrima che troverà una soluzione

Protagonista un 17enne del Capo di Leuca, costretto sulla sedia a rotelle dalla nascita. La dirigenza scolastica dell’istituto ha contattato la cooperativa convenzionata per l’assistenza, ma gli oss non forniscono il servizio al di fuori delle attività didattiche ordinarie. Dall’istituto, intanto, assicurano alla nostra testata che troveranno le risorse e una figura da affiancare allo studente, che potrà così partecipare al viaggio di istruzione

TRICASE – Dall’8 aprile fino al 10, la sua classe raggiungerà Napoli e poi Caserta per la gita scolastica. Tutti i compagni e le compagne forse tranne lui, costretto su una sedia a rotelle dalla nascita, per una disabilità totale che però è soltanto fisica. Iscritto al terzo anno del Liceo classico statale “Girolamo Comi” di Tricase, lo studente si è visto precludere la possibilità di partecipazione al percorso didattico: gli operatori socio sanitari della cooperativa convenzionata con l’istituto non garantiscono infatti l'assistenza al di fuori delle attività interne alla scuola.

La dirigente del liceo ha scritto una missiva alla cooperativa che cura il servizio di supporto agli scolari non autosufficienti, per cercare il personale adeguato. E, sulla scorta di quella eventuale disponibilità, poter procedere all’eventuale noleggio di un bus attrezzato (tramite l'agenzia di viaggi) per il trasporto di passeggeri disabili e dotato di apposita pedana.

Ma l’ente del terzo settore ha risposto alla scuola specificando che i propri operatori socio sanitari non forniscono il servizio al di fuori delle attività didattiche ordinarie. Abbiamo contattato l’istituto, per sollevare la stortura che, al di là della questione umana, ha a che vedere anche con due diritti negati: quello allo studio e all'inclusione. Disponibilità, da parte della dirigenza, a una soluzione: hanno rassicurato la nostra testata sul fatto che l’istituto provvederà a intercettare delle risorse, attingendo dal bilancio della scuola, per consentire al 17enne la partecipazione al viaggio di istruzione.

“Abbiamo interessato, a questo proposito, la Regione Puglia per un sostegno. C’è tutta la buona volontà e ci impegneremo per trovare una soluzione”, dichiarano dal Liceo Comi. “Siamo disponibili a investire su una figura che possa accompagnare lo studente nei giorni del viaggio in Campania. Come del resto avevamo già fatto due anni addietro, durante una uscita didattica presso un museo della provincia: in quella occasione, si era posto il problema della pedana per lo stesso studente. Ma la dirigente scolastica provvide subito, tramite una diffida, a interessare la direzione di quel museo affinché procurasse una pedana elevatrice. Un disagio che fu risolto nel giro di mezzora”, concludono.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Escluso dalla gita del liceo perché su una carrozzina”. La scuola garantisce a LeccePrima che troverà una soluzione

LeccePrima è in caricamento