Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

Stabilimento balneare nel parco protetto. Consiglio di Stato conferma il no del Tar

E' stato confermato il parere negativo, già espresso dal Tar, circa la richiesta da parte di un cittadino di alcune concessioni relative a uno stabilimento nella zona di Marina Serra. Il giudice ha emesso il diniego, così come aveva inizialmente fatto anche l'ente gestore del parco "Otranto-Leuca e Bosco di Tricase"

Uno scorcio di Marina Serra

MARINA SERRA (Tricase) – Il Consiglio di Stato ha ribadito il proprio no alle concessioni richieste un privato cittadino, il quale ha chiesto parere positivo da parte dell’Ente “Parco Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase”, per realizzare una struttura per la balneazione nella zona di Marina Serra, frazione di Tricase.

Il parere negativo del Comitato esecutivo del parco ha trascinato in tribunale l’annosa disputa tra la  libertà di iniziativa economica privata e la salvaguardia di specie animali, vegetali e habitat,  già contemplati in direttive europee, assieme ai valori paesaggistici, agli equilibri ecologici, idraulici e idrogeologici superficiali e sotterranei. Lo stop, già annunciato da una sentenza del Tar di Lecce, è stato ribadito dal Consiglio di Stato, che ha sostenuto la filosofia rigorosa dell’ente.

Chiara la pronuncia del giudice: no ad  interventi diversi dalla creazione di facili accessi sulla costa, con manufatti di tipo precario, in virtù di un bene superiore costituzionalmente garantito quale la salvaguardia dell’habitat nel quale l’uomo vive. Ciò fino a quando l’Ente Parco non adotterà il Piano territoriale,  la cui progettazione  è alle battute finali.

Il Presidente del Parco, Nicola Panico, ha espresso grande soddisfazione per una sentenza che legittima la bontà della condotta dell’Ente. “Ritengo che questa pronuncia del Consiglio di Stato, favorevole agli ingenti sforzi che il gruppo di lavoro sta profondendo per perseguire una pianificazione territoriale responsabile ed oculata, sancisca il diritto non solo delle comunità del Parco ma del mondo intero a vedere salvaguardato e tutelato un patrimonio naturalistico unico al mondo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabilimento balneare nel parco protetto. Consiglio di Stato conferma il no del Tar

LeccePrima è in caricamento